Cocaina nascosta nel reggiseno:
la donna assolta,
condannato il marito

MACERATA - La coppia era sotto accusa davanti al Gup
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
cocaina-voda

L’arresto della coppia

 

Lui condannato per spaccio, la moglie assolta. La coppia era finita in manette nel dicembre del 2019 dopo che la polizia aveva trovato circa 40 grammi di cocaina che la donna aveva nascosto dentro al reggiseno per evitare che gli agenti rinvenissero lo stupefacente quando hanno messo a segno una perquisizione a casa della coppia. In manette erano finiti Apolon Voda, 35 anni, e la moglie, J. V. , 28, entrambi albanesi e residenti a Macerata. L’uomo si era sin da subito preso la responsabilità, spiegando che la droga era sua e la consorte non c’entrava niente. Oggi nel corso del processo che si è svolto davanti al gup Domenico Potetti del tribunale di Macerata, il difensore della coppia, l’avvocato Giancarlo Giulianelli, ha sostenuto che non si poteva parlare di concorso in spaccio per la donna, ma al massimo di favoreggiamento. E il favoreggiamento verso il marito non è punibile. Il giudice ha deciso di assolvere la 28enne. Per quanto riguarda il marito, il giudice lo ha condannato a 1 anno e 2 mesi. Il pm Vincenzo Carusi aveva chiesto 4 anni e 4 mesi per l’uomo e 4 anni per la donna.

(Gian. Gin.)

Cocaina nel reggiseno, in manette donna incinta: arrestato anche il marito (video)

 

«La droga? Mia moglie non c’entra Cocaina comprata per uso personale»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X