L’ammanettano e tentano una rapina:
condannati due uomini

SAN SEVERINO - Uno di loro si era presentato come poliziotto per convincere una donna a farli entrare. Oggi la sentenza al tribunale di Macerata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale di Macerata

 

Uno di loro si finge poliziotto, e così riescono ad entrare a casa di una donna e dopo averla ammanettata cercano qualcosa da rubare, ma senza trovare nulla: oggi sono stati condannati per tentata rapina. Sotto accusa al tribunale di Macerata c’erano il 47enne Massimiliano Coppari, residente a San Severino, e il 59enne Nicola Spinelli, che vive a Giulianova. I fatti contestati risalgono al 27 febbraio del 2013. A casa della donna, che vive a San Severino, quel giorno si erano presentati due uomini. Uno di loro, continua l’accusa, aveva detto di essere un poliziotto e grazie a questa scusa erano riusciti ad entrare. A quel punto il finto poliziotto, prosegue l’accusa, aveva ammanettato la donna. Mentre lei cercava di divincolarsi, i due uomini le chiedevano dove tenesse l’oro e i soldi. Lei aveva risposto di non avere nulla in casa. I due uomini però, non convinti, avevano rovistato in giro per la casa. Ma non avevano trovato nulla e se n’erano andati senzaz prendere niente. Oggi Coppari e Spinelli, assistiti dagli avvocati Vanni Vecchioli e Giuliano Giordani, sono stati condannai al tribunale di Macerata. Coppari a 4 anni, Spinelli a 3 anni e 10 mesi.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X