Investito da un’auto mentre attraversa,
muore dopo due giorni di agonia

MOGLIANO - Mariano Contigiani, 77 anni, si è spento ieri a Torrette dove era stato ricoverato in seguito all'incidente avvenuto mercoledì in via XX Settembre. Era il padre di Ninfa, consigliera comunale a Macerata. Il ricordo della Cna, di cui è stato presidente provinciale
- caricamento letture

 

Mariano-Contigiani

Mariano Contigiani

 

Investito mentre attraversava la strada a Mogliano, è morto a Torrette Mariano Contigiani, 77 anni. Ha lottato per due giorni dopo l’incidente avvenuto mercoledì mattina in viale XX Settembre, in seguito al quale era stato trasportato con l’eliambulanza all’ospedale di Ancona. Era ricoverato in rianimazione, in coma farmacologico, dopo essere stato colpito dallo specchietto di una Fiat Panda condotta da un coetaneo e vicino di casa, che frequenta lo stesso bar, mentre attraversava di fronte ad una ferramenta in una delle sue solite passeggiate mattutine. Contigiani è caduto a terra ed è andato in arresto cardiaco, ma è stato rianimato dagli operatori della Croce Verde di Monte San Giusto. Poi il trasferimento a Torrette e due giorni di agonia, il suo cuore ha cessato di battere ieri intorno alle 19,30. Conosciutissimo non solo in paese, per aver gestito una ditta di mobili, ma anche in tutta la provincia per il suo impegno in politica (era stato consigliere provinciale), per essere stato presidente della Cna di Macerata per otto anni (dal 93 al 2001) e per il suo impegno come presidente del Formart, ente regionale per la formazione professionale, era il padre della consigliere di Macerata, Ninfa Contigiani. Non è stata ancora fissata la data del funerale, del quale si occuperanno le onoranze funebri Rossetti, perché non è escluso che la salma sia sottoposta a ispezione cadaverica. La posizione del conducente dell’auto, che non avrebbe visto il 77enne che stava attraversando perché abbagliato dal sole, è al vaglio dei carabinieri.

Mariano-Contigiani-1-325x233Il ricordo di Cna Macerata: «Con Mariano se ne va un pezzo di Cna. Non solo perché è stato presidente della nostra Associazione e presidente per lungo tempo di FormArt Marche, l’ente di formazione Cna, ma perché lui era l’artigiano per eccellenza. Gran lavoratore, vulcanico e altruista, sempre col sorriso e con una parola per tutti. Dal lavoro nella sua bottega molto spesso veniva direttamente in Associazione per mettere a disposizione il suo tempo per gli altri, per aiutare tutti. Ci mancheranno le sue idee, la sua generosità, la sua pacca sulla spalla ma il suo spirito di iniziativa speriamo abbia attecchito in tutti coloro che hanno la fortuna di averlo conosciuto». L’associazione invia anche una breve intervista a Mariano Contigiani, rilasciata appena il mese scorso, che comporrà il libro su Cna Macerata “Appunti di storie” a cura di Lorenzo Compagnucci di prossima pubblicazione. «Gli anni Novanta sono stati un passaggio di trasformazione importante per la Cnadi Macerata. La mia presidenza ha dovuto governare una fase politicamente e finanziariamente difficile. Si stava superando un contesto politico di composizione ideologica, la caduta del muro di Berlino allungava i suoi effetti nell’azione quotidiana dei corpi intermedi che organizzavano e mediavano gli interessi delle varie categorie di lavoratori. In Italia stavamo attraversando un momento epocale, di chiusura della c.d. ‘prima Repubblica’. La mia presidenza si è trovata a promuovere ed in parte ad attuare i cambiamenti che l’Italia stava vivendo. Tutto ciò è stato possibile anche grazie allo stringersi di una comunità dirigente, di una squadra che ha lavorato insieme. Abbiamo costruito un nuovo modo di fare associazione e sindacato per il lavoro autonomo, promuovendo il riconoscimento della centralità produttiva e della tenuta sociale della piccola e media impresa. Una centralità di cui non c’era piena consapevolezza e che ha richiesto lo sviluppo di una rete di sostegno in servizi. Abbiamo quindi potenziato l’attività della Cna servizi, l’attività di Patronato e di consulenza progettuale, finanziaria ed economica. Queste decisioni hanno significato assumere la responsabilità patrimoniale necessaria alla copertura del personale e potenziare l’attività della Cooperativa Salomoni. Si è trattato anche di una responsabilità personale che ho assunto in qualità di componente della Famiglia Contigiani, storicamente associata e tra i fondatori della Cooperativa».

Investito da un’auto, gravissimo un 77enne

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X