Al via “Cinema che passione”,
Riccioni riapre la sua scuola:
«Le istituzioni sostengano l’arte»

MACERATA - L'attore è pronto a ripartire con la sua attività. Le lezioni inizieranno dal 13 e 14 giugno susseguendosi ogni weekend, e saranno ospitate dal Centro Danza Carillon
- caricamento letture
cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-7-325x325

L’attore Simone Riccioni

di Elisabetta Pugliese

«Amo le Marche, è una regione splendida. Cerco di tenerne sempre alto il nome, è anche per questo che ho voluto tanto aprire “Cinema che passione” a Macerata, affinché tutti possano comprendere la bellezza del nostro territorio e ci si possa avvicinare alla recitazione anche nella nostra zona, che ne è un po’ sprovvista». È così che l’attore Simone Riccioni annuncia l’inizio della sua nuova avventura, una scuola di recitazione, cinema e teatro che accoglie chiunque, anche chi non mira a diventare attore e non conosce questo mondo. Le lezioni inizieranno dal 13 e 14 giugno susseguendosi ogni weekend, e saranno ospitate dal Centro Danza Carillon. «Tutto è iniziato perché moltissimi giovani, sia della zona che di altre regioni, mi hanno chiesto: “Dove posso studiare per iniziare ad imparare cosa significano recitazione, corpo, movimento ed emozioni?” – racconta – Così, ho deciso di aprire questa scuola, le prime due classi hanno cominciato a gennaio e febbraio, ma poi tutto si è fermato a causa dell’emergenza Coronavirus. Ora a quelle se ne sono aggiunte altre due, quindi avremo quattro classi per un totale di circa 80 studenti.»

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-2-325x207

Samuele Sbrighi, uno dei docenti della scuola

Non si tratta di una scuola per esperti del settore. L’attore, infatti, spiega che è aperta a tutti e che anzi, meno si sa, meglio è: «Non è qualcosa che riguarda esclusivamente chi vuole diventare attore – sottolinea – tutt’altro. Si parlerà del ramo emotivo e di sblocco, sviluppo ascolto, psicologia dei personaggi, improvvisazione, uso della voce e respirazione, regia per teatro e cinema, come ci si presenta ai casting director o ai provini, e tanto altro. Se non si è mai fatto nulla in questo campo è addirittura meglio, perché si impara insieme, si buttano giù muri e costruzioni che ci siamo creati per cercare di proteggerci e non farci male in questo mondo. La recitazione aiuta a togliere strutture e sovrastrutture e a guardare alle circostanze in maniera più libera. Ai ragazzi dico sempre che è un po’ come una palestra – spiega – per crearsi un certo fisico bisogna avere costanza, dedizione ed impegno. Ecco, la differenza è che lì si allenano i bicipiti, qui lavoriamo su una questione emotiva. È la palestra che mi piace di più, quella che resta, perché pensare di guardare negli occhi una persona ed emozionarmi è una gioia. Voglio che i giovani possano crescere come persone e a livello emotivo».

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-3-325x224

Paula Boschi, la seconda docente

Il giovane attore parla poi dei docenti che ha voluto fortemente per l’inizio di questo percorso, li definisce molto “blasonati”, personaggi di spicco a livello nazionale ed internazionale, con basi formative molto solide: «Io farò loro da supporto – afferma Riccioni – sono convinto che chi è attore debba recitare, e chi è docente debba insegnare. Gli insegnanti saranno tre, Paula Boschi, che ha studiato a Milano, dividendosi tra l’Accademia dei Filodrammatici, il Piccolo Teatro e la Civica Scuola di Teatro. Si è perfezionata alla Ucla di Los Angeles, ha lavorato all’Actor Studio West con Mark Rydell, e ha fatto tante altre cose. È molto brava, insegna anche a Roma, oltre ad essere sceneggiatrice. Poi c’è Samuele Sbrighi, laureato all’Accademia di Arte Drammatica di Bologna, membro del Duse di Roma, è docente in tutta Italia ed ha lavorato anche per film, fiction e progetti molto importanti, come Don Matteo. Ha una scuola in Emilia Romagna da qualche anno, l’ho voluto in questa avventura. Ed infine c’è Roberto Rossetti, un nostro conterraneo attore, regista e performer della Compagnia della Marca, famoso al grande pubblico perché tra il 2009 e il 2012 ha interpretato la bestia nel musical “La Bella e la bestia” della Disney, girando in tutta Europa. Sono tutti e tre dei pilastri – commenta – volevo che i ragazzi potessero confrontarsi con docenti di spicco, che fanno masterclass e che lavorano con professionisti. Io ho studiato Scienze motorie e dello sport, volevo diventare insegnante di educazione fisica. Stare con i giovani mi è sempre piaciuto».

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-4-281x400

Roberto Rossetti, il terzo docente

Ogni corso base dura qualche weekend, tra le 48 e le 60 ore di studio. Ogni mese si prevede un fine settimana di lavoro full immersion, ma l’attore punta ad organizzarne due più avanti. «Non è un progetto fine a se stesso – spiega – vorrei creare compagnie teatrali, far sì che i ragazzi incontrino registi importanti, casting director, che facciano servizi fotografici, e cose del genere. In fondo è così che ho iniziato io nel mio piccolo, anche loro devono emergere. Durante il percorso proporrò accademie, presenterò loro i miei agenti, persone del mestiere di cui mi fido che possano guidarli nel modo giusto. Nessuno può garantire che si lavorerà, nemmeno io – sottolinea – ma sono convinto che studiando con dedizione ed impegno ed anche con un pizzico di fortuna è possibile togliersi molte soddisfazioni».

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-13-325x170

I primi studenti del corso a lezione nei mesi scorsi

Il Coronavirus ha bloccato tutto, molte realtà attraversano un momento molto duro, ed il mondo del cinema è senza dubbio tra queste. «Tanti imprenditori sono in difficoltà. Vorrei che le istituzioni fossero attente a tutti, e che allo stesso tempo non si dimenticassero degli artisti – afferma Riccioni –  Il lato positivo è che in questi mesi ho potuto proseguire nella scrittura del mio nuovo film, che vorrò girare a settembre del prossimo anno sempre qui nelle Marche. Mi auguro che la regione mi dia il suo sostegno, perché in fondo anche il mio lavoro contribuisce a dare prestigio alle Marche, una terra meravigliosa che io amo profondamente. Sono talmente legato al territorio che voglio continuare a girare qui i miei film – conclude – ma se potessi avere un sostegno sarebbe il massimo». Per ora le classi sono piene, ma sono aperte le iscrizioni per i corsi di settembre ed ottobre. Per informazioni, telefonare al numero 3937811793.

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-5-628x650

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-1-650x353

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-12-650x241

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-6-650x433

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-8-530x650

cinema-che-passione-scuola-simone-riccioni-11-650x428



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X