«Sempre più famiglie
scelgono la montagna,
a Sarnano è ora di organizzarsi»

POLITICA - Il gruppo consiliare "Il Paese che vogliamo" chiede un consiglio comunale straordinario. Presentate una mozione e una serie di misure per fronteggiare la crisi post emergenza Covid-19
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Giacomino Piergentili

 

Una mozione con una serie di misure per fronteggiare la crisi post emergenza Covid-19 e rilanciare il settore turistico, chiedendo un consiglio comunale straordinario per trattare l’argomento. A presentarla il gruppo consiliare “Il Paese che vogliamo” di Sarnano. «Nonostante l’accusa pubblica attraverso i social da parte del sindaco Luca Piergentili di non aver fatto proposte concrete al Comune, abbiamo redatto la inviato la mozione – scrivono in una nota i consiglieri Giacomino Piergentili, Giorgio Eleuteri, Fabio Fantegrossi e Fabio Rocci -. Al di la delle sterili polemiche, sottolineamo che come minoranza ci siamo messi a disposizione anche in piena pandemia, per aiutare la popolazione e recepire presidi sanitari. Terminata la fase emergenziale, abbiamo depositato una proposta di confronto al Comune per poter condividere insieme una serie di misure atte a sostenere la riapertura delle molte attività economiche del territorio, datata 7 maggio, che non ha avuto avuto ancora risposta ufficiale, benché trattasse misure ben condivisibili anche dalla maggioranza, come concessioni di suolo pubblico gratuite, individuazione aree pedonali, riduzione o proroga delle imposte. Abbiamo quindi deciso di muoverci nuovamente – evidenziano gli esponenti dell’opposizione –  e nella giornata di ieri abbiamo depositato in Comune una mozione dove indichiamo una serie di iniziative volte a incentivare il turismo».

La sala consiliare a Sarnano

Queste partono dall’assunto, secondo i consiglieri di minoranza, che «risulta chiara la tendenza che molte famiglie stanno prediligendo località montane per trascorrere questi primi weekend della “fase 2” per usufruire della tranquillità, e visto che siamo in prossimità della stagione estiva presumibilmente il numero di turisti e proprietari di seconde case nelle nostre zone tenderanno ad aumentare, ma al momento non risulta ancora impostato nessun programma estivo da parte dell’Amministrazione. Le misure da noi avanzate vanno dal decoro urbano e la pulizia, fondamentale per un piccolo borgo turistico, apertura e disponibilità dello Iat, realizzazione di aree attrezzate ed un’area camper, sfruttare al meglio il cicloturismo e i tanti percorsi pedonali per escursioni e passeggiate, rilancio della montagna anche in estate (senza dover eseguire nessuna grande opera ma solamente attivando ciò che già c’è), nonché destinare i fondi che in passato venivano concessi alle associazioni per finanziare dei piccoli eventi di intrattenimento serale in prossimità dei precisi luoghi d’interesse, senza che il costo gravi sulle singole attività commerciali che ne possono avere un ritorno economico».

«Centomila euro alle imprese e sospensione della Tari: Sarnano così si rilancia»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X