Peculato, maxi inchiesta in Regione
77 indagati: coinvolte le giunte
Ceriscioli, Spacca e D’Ambrosio

ANCONA - Nell'inchiesta coordinata dal pm Paolo Gubinelli sono finite le ultime quattro legislature. Al centro i rapporti con la società Aerdorica, tanti i politici finiti nel registro degli indagati tra attuali ed ex amministratori. Nell'elenco figura anche il nome di Massimo Bianconi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

di Federica Serfilippi

Inghiotte le ultime 4 giunte regionali e l’attuale governatore Luca Ceriscioli nella maxi inchiesta della procura di Ancona nata con l’ipotesi accusatoria di peculato. Settantasette le persone indagate, a pochi mesi dal voto delle regionali. Al centro dell’indagine coordinata dal sostituto procuratore Paolo Gubinelli c’è il rapporto tra la Regione e la società Aerdorica, che gestisce l’aeroporto di Falconara. Nell’indagine sono coinvolti molti componenti delle ultime quattro giunte, compresa quella attuale guidata da Ceriscioli, quelle di Gian Mario Spacca e la precedente di Vito D’Ambrosio, oltre agli ex vertici di Aerdorica (tra cui anche l’ex dg Marco Morriale), alcuni rappresentati del collegio sindacale e del consiglio di amministrazione. Indagati anche diversi dipendenti Enac. Tantissimi i nomi dei politici travolti dall’inchiesta, tra cui tutti gli attuali assessori regionali: Angelo Sciapichetti, Manuela Bora, Anna Casini, Moreno Pieroni, Loretta Bravi, Fabrizio Cesetti. E l’ex numero uno di Banca Marche Massimo Bianconi. L’istituto di credito era azionario di Aerdorica. Non stati ancora resi noti dettagli, la notizia è emersa con la richiesta di proroga delle indagini da parte della procura e certificata dal gip Carlo Cimini. Di certo c’è che l’ipotesi di reato contestata, tutta da dimostrare al momento, è peculato in concorso continuato. «Appaiono necessari ulteriori approfondimenti investigativi, ritenuti allo stato indispensabili al fine di delineare e comprendere adeguatamente la vicenda», ha scritto il pm Gubinelli nella richiesta di proroga delle indagini, iniziate lo scorso maggio. La proroga è per portare avanti l’inchiesta di altri sei mesi e chiarire al meglio i contorni della vicenda che riguarderebbe la gestione del denaro pubblico rivolto a Aerdorica, società di cui la Regione era socio di maggioranza fino all’arrivo di Njord Partners. Data l’ipotesi di reato e i nomi coinvolti, la procura starebbe indagando in che modo sono stati investite le risorse della Regione, cercando di risalire ad eventuali inadempienze commesse chi, invece, avrebbe dovuto controllare e vigilare. Dalla Commissione d’inchiesta regionale su Aerdorica, conclusa nel 2018, era emerso «un quadro di obiettiva incapacità gestionale aggravata da una sostanziale assenza di direzione e controllo da parte dell’azionista di maggioranza  che almeno dal 2008 fino a tutto il 2015 si è limitato a deliberare continui esborsi di denaro pubblico». L’inchiesta prende in considerazione un lasso di tempo più ampio rispetto a quello analizzato dalla Commissione.

L’aeroporto di Falconara

Ecco i nomi di tutti gli indagati: Raimondo Orsetti (Osimo), Rodolfo Novelli (Porto Sant’Elpidio), Antonio Minetti (Senigallia), Luciano Agostini (San Benedetto), Marco Amagliani (Falconara), Gaetano Ambrosio (domiciliato a Jesi), Elisabetta Arzeni (Ancona), Ugo Ascoli (Ancona), Fabio Badiali (Castelplanio), Giovanni Belluzzi (Mirandola), Stefania Benatti (Ancona), Massimo Bianconi (Roma, ex dg di Banca Marche), Manuela Bora (Monte San Vito), Loretta Bravi (Carpegna), Ugo Calzoni (Niardo), Antonio Canzian (Ascoli), Laura Capozucca (Civitanova), Gianluca Carrabs (Urbino), Anna Casini (Ascoli), Luca Ceriscioli (Pesaro), Fabrizio Cesetti (Montegiorgio), Mario Conti (Senigallia), Fabrizio Costa (Roma), Paolo Costanzi (Ancona), Vito D’Ambrosio (Ancona), Roberta De Felice (Roma), Sandro Donati (Offida), Paolo Eusebi (Falconara Marittima), Gianni Giaccaglia (Ancona), Giampaolo Giampaoli (Ancona), Sara Giannini (Morrovalle), Paola Giorgi (Sassoferrato), Matteo Grifa (Falconara), Serenella Guarna Moroder (Ancona), Marco Luchetti (Falconara), Maura Malaspina (Ortezzano), Luciana Marasca (Ancona), Tiziana Marcolin (Roma), Pietro Marcolini (Macerata), Luca Marconi (Recanati), Augusto Melappioni (Jesi), Edoardo Mentrasti (Ancona), Almerino Mezzolani (Montecalvo in Foglia), Luigi Minardi (Cagli), Cataldo Modesti (Esanatoglia), Giuseppe Mondavi (Jesi), Cinzia Montironi (Castelfidardo), Marco Morriale (Roma), Giorgio Occhipinti (Ancona), Arturo Pane (Roma), Franco Paoletti (San Benedetto), Marta Paraventi (Fabriano), Paolo Pasquini (Ancona), Paolo Petrini (Porto Sant’Elpidio), Moreno Pieroni (Loreto), Sauro Pigliapoco (Macerata), Loredana Pistelli (Ancona), Mario Pompei (Recanati), Libero Principi (Falconara), Alessio Quaranta (Roma), Lidio Rocchi (Ancona), Cleto Sacripanti (Montecosaro), Gianfranco Santucci (Ancona), Giovanni Saronne (Falconara), Angelo Sciapichetti (Macerata), Marcello Secchiaroli (Pesaro), Ilario Sezzi (Latina), Giulio Silenzi (Civitanova), Giampiero Solari (Pesaro), Vittoriano Solazzi (Mondolfo), Gian Mario Spacca (Fabriano), Sergio Strali (Ancona), Pietro Talarico (Ancona), Valentino Torbidoni (Castelfidardo), Roberto Vergari (Roma), Luigi Viventi (Fabriano), Friederich Paul Wendler (Piacenza).

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X