Un anno di Cronache:
dalla visita del Papa al triplete Lube,
dalle elezioni all’ergastolo a Oseghale

EVENTI 2019 - Dodici mesi che sono stati segnati da tragedie, ma anche dalla storica visita del Pontefice a Camerino, poi i due volti della Lega emersi dalle urne, i trionfi del team di volley, il successo di Sofia Tornambene a X Factor, lo Sferisterio colorato, la mattinata choc di Tolentino, e gli addii al padre di Musicultura Piero Cesanelli, al regista Valori e al conte Leopardi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
fineanno2019-650x340

Da sinistra in senso orario: lo Sferisterio colorato, la visita del Papa a Camerino, la vittoria della Lube al mondiale, il trionfo di Sofia a X Factor

 

I dodici mesi vissuti in provincia. Un anno quello che si sta chiudendo che è stato caratterizzato da alcuni eventi storici come la visita del Papa a Camerino, da episodi di cronaca drammatici, tra tutti la morte di una coppia in un incidente stradale a Porto Recanati causato da un uomo che guidava ubriaco. Ma anche di successi, come quelli della Lube Civitanova e di Sofia Tornambene, che ha trionfato a X Factor. Di bellezza con il successo di Giulia Ciarlantini a Miss Marche e successivamente entrata nella top 20 di Miss Italia. Ci sono state poi le elezioni politiche e comunali con risultati completamente diversi tra di loro, nonostante alle urne si sia andati lo stesso giorno. C’è stato anche chi ci ha detto addio come il padre di Musicultura, Piero Cesanelli, e il regista Alessandro Valori. Ecco il 2019 raccontato con i fatti e le immagini più significativi.

annalisa-talpacci-diego-turi-2-e1547562692551

Annalisa Talpacci e Diego Turi

GENNAIO – Una storia d’amore dal finale straziante quella tra Diego Turi e Annalisa Talpacci e che ha commosso la provincia. Diego, da tempo malato, sposa (15 gennaio) la sua Annalisa, all’hospice di San Severino, poche ore prima di morire. Un mese iniziato con le prime nevicate in provincia (il 2 gennaio) e caratterizzato da alcuni drammatici lutti. A cominciare (5 gennaio) dalla scomparsa di Federica Branchesi. Treiese, 44 anni, moglie dell’ex consigliere comunale Michele Palazzesi, si spegne per una malattia.

Il 16 gennaio muore Alessio Giovannini, giornalista che lavorava all’ufficio stampa della Fidal.

alessio-giovannini

Alessio Giovannini

Originario di Pieve Torina, conosciutissimo, viene stroncato da una malattia. Eleonora Giustozzi, 38 anni, muore il 28 gennaio. Maceratese, era una psicologa, sposata con l’agente della Municipale Andrea Bertarelli, aveva due figlie. Anche lei era malata. E’ una overdose a portare via la trentenne Alessandra Ercolani, civitanovese. Dopo ore di ricerche, il 29 gennaio viene trovata senza vita all’Hotel House di Porto Recanati. Articolo più commentato: una conferenza della coalizione di centrosinistra che iniziava a prepararsi alle elezioni di Macerata 2020 e lanciava un appello ai cittadini: “Non cambiate strada”.

bandiera-francese-macerata-francia

Le bandiere italiana e francese alle finestre del sindaco Carancini

FEBBRAIO – Una ragazza fermata a Macerata dai carabinieri e il suo commento quando le hanno chiesto dove vive «risiedo in via 226esimo Reggimento fanteria, quattro sfigati morti in guerra» diventa un caso che fa il giro del Paese. Nello stesso mese due drammi colpiscono la provincia: la morte di Daniele Beccacece, 19enne di Cingoli, scomparso 10 giorni dopo un incidente stradale avvenuto il 5 febbraio, e la morte dell’assessore di Morrovalle, Giorgio Baldassarri: aveva 36 anni e il 6 febbraio si spegne a causa di una malattia. Articolo più commentato: le critiche al sindaco Romano Carancini per la bandiera francese che  aveva esposto dal comune (insieme a quella italiana) per richiamare l’amicizia tra i due Paesi.

Gianluca-Carotti-ed-Elisa-Del-Vicario

Gianluca Carotti e Elisa Del Vicario hanno perso la vita in un incidente il 3 marzo

MARZO – Choc nelle prime ore del 3 marzo per un incidente stradale in cui perdono la vita Gianluca Carotti, 47, e Elisa Del Vicario (40) entrambi di Castelfidardo. Lo schianto è avvenuto a Porto Recanati. Alla guida dell’altra auto un giovane poi risultato ubriaco: Farah Marouane, marocchino residente a Monte San Giusto. Altra tragedia si consuma il 19 marzo quando la 37enne Licia Grilli Cicilioni, originaria di Tolentino, perde la vita in uno schianto in superstrada a Corridonia. Il 10 marzo muore Simone Peroni, 36 anni, originario di Montegranaro. Dopo aver accompagnato la figlia alla chiesa di San Firmano, a Montelupone, nel rincasare finisce con l’auto in un canale. Perde la vita in Corsica (25 marzo), in un incidente in moto, il 27enne Lorenzo Di Fonso, 27 anni, di Montelupone. Era arruolato con i paracadutisti della Legione straniera francese. Articolo più commentato: i 400 per Matteo Renzi a Civitanova. L’ex premier aveva presentato il suo libro al ristorante Orso (9 marzo).

ConsiglioComunale_piscine_PD_FF-9-650x433

Romano Carancini

APRILE – Romano Carancini e il Pd ai ferri corti, con il sindaco di Macerata a un passo dall’espulsione. Il caso scoppia per via delle quote non versate dal primo cittadino in qualità di amministratore iscritto al partito, poco più di 2mila euro. Giorni di accese polemiche, in cui sono venuti a galla anni di incomprensioni, fino al saldo del debito. Il 16 Marouane Farah, il marocchino di 34 anni ritenuto responsabile dell’incidente stradale di Porto Recanati costato la vita a Gianluca Carotti  ed Elisa Del Vicario, viene condannato a dieci anni di carcere per duplice omicidio stradale. Il 16 muore Claudio Pini, 54 anni, figura di riferimento dei balneari a Civitanova.

ProcessoFarah_FF-8-650x434

Marouane Farah alla scorsa udienza in tribunale

Era il presidente dell’Abat, e poco meno di un mese prima aveva avuto un malore da cui non si è più ripreso. Il 26 a finire nella bufera è la sindaca di Potenza Picena Noemi Tartabini, in un vocale inviato alla sua squadra aveva detto: «Se il 26 maggio avremo la conferma e la fiducia dei cittadini per proseguire questo percorso, è l’ultimo anno che verrà fatto il 25 aprile sul nostro territorio», definendo poi i partigiani «disturbati e fanatici». Il tutto per una polemica scoppiata proprio il giorno prima durante la celebrazione della Festa della Liberazione. La Tartabini era anche candidata a sindaco. Il 27 infatti sono stati presentati liste e candidati dei 38 comuni del Maceratese chiamati al voto: tra questi Recanati e Potenza Picena, gli unici in cui era previsto il ballottaggio. Articolo più commentato «Per mio marito il cane era un figlio, l’ho portato alla messa in ricordo e il frate mi ha ripresa di fronte a tutti»

oseghale-tribunale-macerata

Oseghale esce dal tribunale dopo la condanna all’ergastolo

MAGGIO – Il 29 maggio è una data significativa: in tribunale a Macerata si chiude il processo per l’omicidio di Pamela Mastropietro (30 gennaio 2018). Innocent Oseghale viene condannato all’ergastolo dalla Corte d’assise. Tre i morti sulle strade in due giorni, tra l’11 e il 12 perdono la vita Gianluca Alessandrini, 22 anni, di Treia, travolto da un’auto sul marciapiede; Massimo Verdini, 46 anni, di Corridonia che nella notte era morto carbonizzato all’interno della sua auto finita contro un albero, e Samuele Malasisi altro 46enne di San Severino, vittima di un frontale mentre stava andando a prendere le due figlie. In campo sportivo la Lube conquista in appena quattro giorni il tetto d’Italia e d’Europa. Il 14 i biancorossi di Fefé De Giorgi ribaltano gara 5 contro Perugia e conquistano il quinto scudetto, il 18 a Berlino oltre 500 tifosi assistono al trionfo in Coppa Campioni contro il Kazan.

lube-scudetto-2019-650x433

La festa Lube per lo scudetto

E’ la prima storica doppietta per i cucinieri. Sempre sport, a Corridonia si svolgono i mondiali di paraciclismo. Protagonista Alex Zanardi che si aggiudica una medaglia d’oro e una medaglia di bronzo con il team Italia.

Il 26 si vota sia per le Comunali, che per le Europee. Per la Lega un exploit senza precedenti: in alcuni Comuni supera addirittura il 50% alle Europee, risulta di gran lunga il partito più votato in provincia.  Ma alle amministrative i candidati scelti dal commissarrio Paolo Arrigoni e dal deputato Tullio Patassini perdono un po’ ovunque, tranne a Matelica. La Lega si mostra dunque a due facce: da una parte il partito e il suo leader Matteo Salvini che fanno il pieno, dall’altra l’evidente mancanza di una classe dirigente locale. A Potenza Picena Noemi Tartabini, FdI, vince al primo turno.

Articolo più commentato: La Cassazione ha deciso: «Illegale la cannabis light» .

papa-casco-camerino-ff-2-1-650x488

Il Papa a Camerino con il caschetto

GIUGNO – A segnare il mese di sicuro un evento storico: la visita di Papa Francesco ai terremotati. Il 16 il Pontefice arriva a Camerino, accolto da una folla festante di fedeli e terremotati. Un segno di vicinanza e di speranza.

«Questa tragedia non cada nel dimenticatoio», la sua esortazione alle autorità. La foto del Papa che col caschetto entra in duomo fa il giro del mondo e finisce sui principali giornali internazionali. Appena una settimana prima il pontefice aveva salutato con una telefonata gli oltre 80mila fedeli del tradizionale Pellegrinaggio Macerata-Loreto.

elezione-nuovo-sindaco-bravi-festeggiamenti-in-piazza-recanati-FDM-3-650x434

Antonio Bravi dopo l’elezione

Il 9 giugno a Recanati è ballottaggio tra Antonio Bravi, espressione dell’amministrazione uscente e di una parte del centrosinistra arrivato spaccato alle elezioni (il Pd aveva presentato Graziano Bravi in polemica col sindaco uscente Francesco Fiordomo), e Simone Simonacci per il centrodestra. Una sfida sul filo di lana: vince Antonio Bravi per appena 22 voti. Mentre a Civitanova a tenere banco è il progetto di una mega parcheggio sotterraneo al Varco sul Mare, che divide la città tra contrari e favorevoli.

Articolo più commentato: Trova il cane senza vita, muore poco dopo di crepacuore, è la tragica vicenda di Rosa Marcantoni, 90enne civitanovese che non ha retto alla scomparsa del suo cagnolino Pupi.

LUGLIO – L’estate inizia male sulle nostre coste: il 5 il divieto di balneazione in un tratto del lungomare nord di Civitanova a causa di uno sversamento. Poi tra il 9 e il 10 una violenta bufera si abbatte sulla provincia. Forti raffiche di vento e pioggia creano danni sia nell’entroterra che sulla cosa, a Scossicci di Porto Recanati in particolare.

sferisterio-luciIl 15 a Macerata viene inaugurata la nuova illuminazione dello Sferisterio, un argomento molto sentito tanto che l’articolo più commentato del mese è: Nuova luce dello Sferisterio, cosa ne pensate? (Vota il sondaggio). Anche Vittorio Sgarbi interviene sull’argomento, promuovendo il progetto: «Così lo Sferisterio diventa un dio», le sue parole. Quattro giorni dopo c’è la tradizionale prima in Arena del Macerata Opera Festival, in scena la sexy Carmen del regista Jacopo Spirei che divide il pubblico. Seguiranno l’applauditissimo Macbeth di Emma Dante e Il Rigoletto di Graham Vick. Ma l’amministrazione Carancini non fa in tempo a godersi i successi della lirica che arriva la tegola via Trento. Arriva il lodo sulla controversa e annosa questione che riguarda la riqualificazione della zona e il Comune viene condannato a un maxi risarcimento di 2,8 milioni nei confronti della società privata Nvt. La cronaca è segnata dalla morte di Manuel Biagiola, 40enne di Potenza Picena, per uno schianto in moto e dal caso giudiziario di un 43enne dell’entroterra finito a processo per aver fatto sesso con quattro donne e aver poi postato i video sul web. Il mese si chiude con il mega concerto RisorgiMarche: a Fontanelle tra Sarnano, Amandola e Comunanza arrivano in migliaia per Marco Mengoni.

arturo-pagni-2-650x488

Arturo Pagni

AGOSTO – E’ un mese di sangue sulle nostre strade. Il 7 agosto muore Ermanno Damiani 53enne di Treia, il giorno prima era uscito fuori strada con la moto finendo in una scarpata. Gli amici lo stavano aspettando per cena. Appena una settimana dopo un tragico destino si abbatte sulla famiglia del piccolo Arturo Pagni, 9 anni. Era in vacanza con la mamma e le sorelline a Sant’Angelo in Pontano quando è stato investito da un’auto sulla Provinciale 78. A loro si aggiungono altri tre morti per incidente: Paolo Petrini di Corridonia, 48 anni; Gianni Mariani, anche lui di Corridonia, 38 anni e padre di una bimba e Giovanni Rapari, 57 di Morrovalle, investito da un’auto mentre era in bici. Mentre il 21 agosto Monte San Giusto è segnata da un grande lutto: muore Lorenzo Germani, 21enne. Due anni prima era caduto dal balcone di un hotel di Riccione mentre era in vacanza con gli amici e non si era più ripreso.

Civitanova si conferma regina dell’estate maceratese con un Ferragosto da tutto esaurito, Maria Gabrielli, giovane mamma di Macerata conquista il pass per le finali di Miss Italia di Mestre. Articolo più commentato: «Riapriamo a tre anni dal sisma, una gioia grandissima», sulla riapertura del forno di Silvio a Visso è il più commentato.

Piero-Cesanelli-e1571762811294-650x504

Piero Cesanelli

SETTEMBRE – La morte di Alessandro Valori, regista maceratese di 54 anni, arriva all’improvviso, mentre è a tavola in un ristorante di Recanati con alcuni amici. Tra loro Iginio Straffi che commenta: «Persona eccezionale e amico vero». Era il 10 settembre e il regista aveva tanti programmi per il futuro da portare avanti, dopo i due film “Tiro libero” e “Come saltano i pesci”, entrambi con l’attore di Corridonia Simone Riccioni. Altro lutto, il 28 settembre quando muore Piero Cesanelli, il padre di Musicultura. Aveva 73 anni, era di Recanati e si è spento in seguito ad una malattia. Grande il dolore per la scomparsa del padre del festival che dopo i primi anni in cui si è svolto nella città leopardiana si era poi trasferito a Macerata. Dal mondo dello spettacolo a quello della bellezza con due maceratesi alla finale Miss Italia del 6 settembre.

giuali-ciarlantini-miss-marche5-650x433

Giulia Ciarlantini

Giulia Ciarlantini di Porto Recanati, Miss Marche, rientra tra le prime 20. Esclusa invece alla prima eliminatoria Maria Gabrielli, mamma di Macerata.
Scandalo a Potenza Picena dove una mamma rischia il processo perchè accusata di aver violentato l’amico 14 enne della figlia. A Civitanova il 7 settembre approda il Samara Challenge con l’arrivo per le strade della città della protagonista del film horror e di adolescenti pronti a darle la caccia, tanto scatenati da richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Articolo più commentato: Conte in visita nelle zone del cratere. Il premier aveva convocato i sindaci delle zone terremotate per il 13 settembre.

barricato-in-casa-preso-tolentino-222-650x433

Il 7 ottobre Primo Romagnoli si barrica in casa, poi esce nudo armato di fucile per le vie cittadine

OTTOBRE – Il 7 ottobre Tolentino si sveglia in una città blindata. Un uomo armato di fucile, Primo Romagnoli, si barrica in casa. Dopo ore di trattative l’uomo esce di casa armato e completamente nudo. Cammina per le vie del centro (deserto) seguito dai carabinieri che riescono a bloccarlo senza sparare un colpo. Il 10 ottobre invece viene arrestato un primario che lavora in un ospedale della provincia con l’accusa di avere maltrattato la convivente e la figlia. A Civitanova il 22 ottobre è un giorno di lutto per la morte, a 63 anni, di Fabio Torresi, lo storico titolare della Romana, bar che aveva chiuso a inizio anno. Il 28 ottobre si conclude il processo per la casetta di nonna Peppina, che era stata realizzata a San Martino di Fiastra. Sotto accusa c’erano la figlia, Gabriella Turchetti e il genero, Maurizio Borghetti. Entrambi vengono assolti con formula piena. Tante polemiche invece suscita la cena fascista per ricordare la marcia su Roma del 28 ottobre 1922. Si era svolta ad Acquasanta Terme e tra i commensali c’era anche il deputato Francesco Acquaroli, recentemente indicato quale candidato alle regionali per FdI. Articolo più commentato: la denuncia dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti sui crocefissi che erano spariti in alcune aule dei licei Linguistico e Scientifico di Camerino.

Vanni-Leopardi-Presidente-Mattarella

Il conte Vanni Leopardi durante la visita del presidente Sergio Mattarella ai luoghi leopardiani

NOVEMBRE – Se ne va il custode dell’Infinito e della cultura leopardiana. Il 4 novembre muore a Recanati il conte Vanni Leopardi, discendente del poeta, aveva 77 anni ed era malato da tempo. E’ stato lui ad aprire le porte della biblioteca di famiglia al mondo. Per lui messaggi di cordoglio dal mondo della cultura e non solo. Il 13 novembre una fortissima mareggiata colpisce la costa. In particolare è Porto Recanati a farne le spese. «E’ sembrata un bombardamento» ha commentato il gestore del Welcome Aboard, uno degli chalet più colpiti. Catastrofe naturale anche dall’altra parte dell’Adriatico. Il 26 novembre un terremoto ha seminato morti e devastazione in Albania.

Immediata la reazione dell’imprenditore Massimiliano Balducci di Montecassiano che raggiunge lo stabilimento aziendale nel Paese delle Aquile per sincerarsi personalmente sullo stato dei 700 dipendenti. Articolo più commentato: Le sardine sbarcano a Civitanova,«No all’odio e al razzismo nei social». Il movimento di protesta contro Salvini raccoglie adesioni. La pagina creata da Giorgio Mattiuzzo ha raggiunto 500 membri in poche ore.

lube-mondiale-per-club-campione-del-mondo-9-650x403

La Lube campione del mondo

DICEMBRE – Due trionfi a dicembre. Il primo è quello della Lube Civitanova che sale sul tetto del mondo con la vittoria del Mondiale per club di volley che si è svolto in Brasile. L’8 dicembre il team sconfigge 3 a 1 in finale il Sada Cruzeiro. Un successo che significa triplete per il club dopo i trionfi in campionato e in Champions.

L’altro successo (12 dicembre) è quello della 17enne Sofia Tornambene che trionfa al talent di Sky X Factor. Una notte di follia a Cingoli: è quella del 15 dicembre quando un 19enne, Francesco Freddi, di Falconara, sotto effetto di stupefacenti, prima accoltella un amico e poi si butta nel lago di Castreccioni dove viene salvato (in seguito sarà arrestato).

sofia-x-factor1-650x390

Sofia vince X Factor

Drammatica poi la notte del 19 dicembre quando lungo la provinciale tra Chiesanuova e Treia il 18enne Leonardo Sacchi esce di strada con l’auto, si schianta contro una pianta e muore. Dicembre è stato anche il mese in cui la Guardia di finanza ha chiuso una indagine sui gestori dell’Hotel 77 di Tolentino accusati di aver intascato un milione di euro per l’ospitalità ai terremotati. Articolo più commentato: è proprio quello di Sofia e del suo trionfo nella finalissima che si è svolta al Mediolanum forum di Assago.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X