«Consiglio deserto come la Camera,
brutta immagine anche da Macerata»

I CONSIGLIERI di maggioranza Lina Caraceni e Michele Verolo, avevano presentato l'ordine del giorno per conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. «Stigmatizziamo l’atteggiamento di alcuni dei consiglieri del centrodestra che hanno volutamente fatto mancare il numero legale»
- caricamento letture

 

lina-caraceni-e-michele-verolo

Lina Caraceni e Michele Verolo

 

«È davvero triste che nel giorno in cui i social sono pieni delle immagini di una Camera tristemente vuota quando si discute del decreto sisma il nostro Consiglio comunale abbia offerto uno spettacolo altrettanto desolante». Queste le parole con cui Lina Caraceni e Michele Verolo, consiglieri di “A sinistra per Macerata Bene Comune”, commentano la seduta del Consiglio comunale di ieri, andata deserta per mancanza del numero legale. «Come da regolamento, per tre volte il presidente del Consiglio comunale ha effettuato l’appello e mai è stato raggiunto il quorum necessario – ricordano – Tanti, troppi, erano i banchi vuoti pure tra le fila della maggioranza, ma soprattutto ci sentiamo di stigmatizzare l’atteggiamento di alcuni dei consiglieri del centro-destra che, pur presenti in aula, al momento degli appelli, hanno volutamente fatto mancare il numero legale, senza nessun rispetto dell’istituzione che rappresentano.

aula-provincia-consiglio-comunale-macerataÈ saltata, così, la discussione su alcuni punti quali la mozione di solidarietà al popolo curdo che nel conflitto medio-orientale che ha avuto come teatro la Siria ha svolto un ruolo fondamentale nella battaglia contro l’Isis, ma è vittima di un ignobile attacco militare portato dalla Turchia, e l’ordine del giorno presentato dal nostro gruppo che invita la giunta comunale ed il sindaco ad avviare le pratiche per conferire la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre», precisano Caraceni e Verolo.  «Il dibattito che ne sarebbe scaturito sarebbe stato sicuramente partecipato ed interessante su temi politici sensibili a cui anche le istituzioni locali debbono prestare la dovuta attenzione –  evidenziano – L’assise è stata rinviata a giovedì 28 novembre e, già preannunciando la nostra assenza per impegni di lavoro a cui non possiamo sottrarci, abbiamo chiesto un rinvio, anche tenendo conto della concomitanza dell’inaugurazione dei nuovi spazi della Biblioteca Mozzi Borgetti, un evento molto importante per la nostra città e a cui i consiglieri sono stati invitati e in gran parte hanno manifestato l’interesse a partecipare. Purtroppo parte di quella stessa opposizione che ha fatto mancare il numero legale nell’ultima seduta si è opposta al rinvio – concludono i due consiglieri – Legittimo, ma cui prodest? Non va certo a beneficio dei cittadini di Macerata».

Primarie, è pronto anche Pantanetti Centrodestra, la caccia continua M5S, Carla Messi indica Cherubini

Camera deserta, onorevoli imbarazzi

Camera deserta per la discussione, i deputati snobbano il decreto sisma



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =