facebook twitter rss

Ospedale senza protesi, Sborgia:
«Abbiamo chiesto all’Asur
di eseguire gli interventi»

CAMERINO - Dopo la segnalazione del Tribunale per i diritti del malato di Matelica, il sindaco è andato in Regione. Ora attende risposte. Intanto l'ex primo cittadino Gianluca Pasqui chiede un Consiglio comunale aperto: «Grande preoccupazione per quello che sta accadendo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
46 Condivisioni

 

Il sindaco Sandro Sborgia

 

di Monia Orazi

Operazioni di inserimento protesi sospese nel reparto di ortopedia di Camerino: la minoranza chiede un consiglio comunale aperto per discutere del problema ed il sindaco Sandro Sborgia riferisce di essere già stato in Regione a trattare il problema. «Appena venuti a conoscenza della situazione io e l’assessore comunale alla sanità Stefano Sfascia siamo andati in Regione per trattare la problematica – spiega Sborgia -. Abbiamo interloquito con il direttore sanitario dell’Asur Nadia Storti, alla quale abbiamo rappresentato la situazione, in particolare le difficoltà di quei cittadini che essendo stati oggetto di preparazione all’intervento, avrebbero subito i maggiori disagi dalla sospensione degli interventi stessi. Trattandosi di alcune persone, circa 4, abbiamo chiesto di eseguire gli interventi, lei si è impegnata a fare il possibile sotto questo aspetto. Le attività di interventi chirurgici programmati, nelle varie specialità, sarebbero sospese in tutta la Regione, come amministrazione siamo stati gli unici ad essere già andati in Regione per affrontare il problema. Abbiamo invitato a riconsiderare l’opportunità di tagli lineari ai servizi sanitari specie se poi a doverne subire i disagi sono i cittadini. Il consiglio comunale aperto sarà convocato come prevede lo Statuto comunale, stiamo attendendo di sapere dalla Regione chi interverrà e passeremo la data in base alla sua disponibilità». «In qualità di gruppo consiliare Radici al futuro, abbiamo chiesto al sindaco di Camerino di convocare un consiglio comunale aperto sulla sanità, al quale abbiamo chiesto che siano presenti i vertici dell’Asur (azienda sanitaria unica regionale), il presidente della Regione Luca Ceriscioli in qualità di assessore regionale alla sanità e naturalmente il presidente dell’ambito Alessandro Gentilucci».

L’ex sindaco Gianluca Pasqui

Ad annunciarlo è in qualità di capogruppo di minoranza, l’ex sindaco di Camerino Gianluca Pasqui, dopo la recente denuncia del coordinatore del Tribunale per i diritti del malato (Tdm) di Matelica, Dante Reale, sulla sospensione di interventi di inserimento delle protesi, nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Camerino. «Riteniamo fondamentale il consiglio comunale aperto perchè è l’unico strumento che consente la possibilità di parola ai cittadini che saranno presenti, ed interverranno su uno dei temi, fondamentale, focale ed essenziale, per il futuro della città – prosegue Pasqui – esprimo grande preoccupazione per quanto sta accadendo, dopo aver letto a mezzo stampa la denuncia fatta dal coordinatore del Tdm di Matelica, il quale si rivolge per iscritto anche al sindaco di Camerino, denunciando il fatto che si stanno annullando gli interventi per l’inserimento delle protesi, in quanto mancano le protesi, il tutto senza programmare interventi futuri». Pasqui attacca poi l’amministrazione comunale: «Ciò che ritengo assurdo è che l’attuale amministrazione comunale ha al suo interno, in qualità di assessore il dottor Stefano Sfascia, che come medico lavora all’interno del reparto di Ortopedia dell’ospedale. Il fatto che tutto passi sotto silenzio e non venga denunciato da chi ha il dovere e l’obbligo di farlo, ci mette in uno stato di assoluta preoccupazione».

«Mancano le protesi, sospesi interventi ad Ortopedia»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X