facebook twitter rss

Visso, nuova casa per i commercianti:
«Abbiamo ritrovato una piccola piazza»

SISMA - Ambra Mattioli e Stefano Sabatini dell'Ortolano dei Sibillini si sono trasferiti dal furgoncino nella struttura donata da Nero Giardini e Cariverona: «Finalmente un po' di normalità». L'area, che ospita anche altri negozi, sarà inaugurata il 14 aprile
giovedì 4 Aprile 2019 - Ore 18:17 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

9K Condivisioni

Il nuovo bancone dell’Ortolano dei Sibillini

 

di Monia Orazi

«Finalmente abbiamo ritrovato un po’ di normalità. Dopo il terremoto abbiamo riaperto il 2 febbraio del 2017 e da giovedì della scorsa settimana ci siamo trasferiti qui, in questo posto che sarà provvisorio, ma in cui abbiamo ritrovato delle mura ed una piccola piazza». Sono le parole di Ambra Mattioli, che insieme a Stefano Sabatini gestisce l’Ortolano dei Sibillini a Visso.

Stefano Sabatini e Ambra Mattioli nel furgoncino che ha ospitato la loro attività per oltre due anni

I due giovani non si sono mai arresi al terremoto, portando avanti per oltre due anni l’attività su un furgone, con tutte le difficoltà per le condizioni climatiche, riparati solo dalla pellicola impermeabile di un gazebo. Ora è rimasto vuoto ed un cartello avverte del loro trasferimento in via Battisti, nel nuovo centro polivalente. Due strutture gemelle donate da Nero Giardini e Cariverona, che ufficialmente saranno inaugurate il prossimo 14 aprile.

Dai giardini del laghetto sono sparite tutte le casette in legno che dopo il terremoto sono state la casa di alcuni commercianti di Visso. Nelle due strutture sono già operativi la parrucchieria Tania, la pizzeria Wanted, una merceria, altre attività commerciali, qualcuno sta ancora allestendo il negozio. Tra i due padiglioni troverà spazio una piccola piazza, in attesa che sia costruito il centro polifunzionale finanziato dalla Protezione civile, che comprenderà spazi per attività commerciali e sociali, in quello che era il luogo occupato fino a qualche mese fa, dai cinque piani dell’ex Park Hotel.

Centro polifunzionale Nero Giardini di Visso

Un altro segnale di ripartenza, sulla lunga strada che porterà Visso e la sua gente a ricostruire quello che il sisma ha distrutto. Proseguendo lungo via Battisti, si incontra l’impalcatura su un palazzo in riparazione, classificato con danni lievi di tipo B. Al piano terra si trova l’attività commerciale di Alessandro Morani, un commerciante che non ha mai abbandonato Visso, nemmeno dopo le prime scosse, quando gran parte della popolazione è stata evacuata. Titolare di un negozio di telefonia, Morani conosciuto da tutti come Sasha, è subito ripartito con una casetta in legno acquistata a sue spese e posta a qualche decina di metri dal suo negozio in muratura, in cui potrà tornare tra qualche settimana, non appena terminati i lavori di riparazione post terremoto. Piccoli segnali, che qualcosa nell’immobilità della ricostruzione, forse ancora troppo piano, si muove. Intanto il Comune va avanti con l’individuazione degli aggregati edilizi, che permetteranno di partire con i lavori, dopo aver rinunciato alle perimetrazioni. Il consiglio comunale tenutosi il 30 marzo scorso ha approvato 19 nuovi aggregati per la ricostruzione post sisma 2016, dei centri e nuclei storici precedentemente oggetto di perimetrazione. Nello specifico le frazioni interessate sono Aschio, Croce, Villa Sant’Antonio e Borgo San Giovanni, gli aggregati individuati vanno ad aggiungersi a quelli approvati precedentemente nel giugno 2018 e febbraio 2019, per un totale di quasi ottanta.

La vita di quattro giovani a Ussita, Visso e Castelsantangelo «Il nostro futuro è qui»

 

Interno di un negozio in allestimento a Visso

Ingresso dell’Ortolano dei Sibillini a Visso

I centri polifunzionali donati a Visso da Nero Giardini e Cariverona

Lavori nel palazzo di via Cesare Battisti a Visso con danni lievi

I due fabbricati donati da Cariverona e Nero Giardini con al centro una piccola piazza e parcheggi

L’area dell’ex Park Hotel

Il gazebo di plastica di fronte al furgone dell’Ortolano dei Sibillini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X