Incontro con Pillon, l’attacco:
«Assessore Capponi spieghi
il modello di famiglia che difende»

CIVITANOVA - Una 60ina i firmatari di un comunicato in cui viene criticata la scelta di invitare il senatore leghista che sarà in città il 5 aprile
- caricamento letture
simone-pillon

Simone Pillon

 

«L’assessore Barbara Capponi spieghi qual è il modello di famiglia che intende difendere e perchè sponsorizza un incontro con il senatore Pillon, ma ha taciuto sulle parole del vicesindaco Fausto Troiani contro il Papa e contro le donne» scrivono gli oltre 60 firmatari del comunicato di protesta contro la visita del senatore Simone Pillon, ospite il 5 aprile di un convegno (è unico relatore) promosso dall’assessorato alla famiglia del comune di Civitanova. Un invito che ha mosso centinaia di proteste che culmineranno nella contromanifestazione prevista per venerdì, ma che hanno stupito anche la politica visto che a promuoverlo è stata l’assessore Barbara Capponi, esponente di una lista civica dai valori cattolici e moderati. E in segno di protesta oltre 60 personalità della politica e della vita civile civitanovese hanno sottoscritto un comunicato con il quale intendono stigmatizzare la presenza del senatore Pillon e delle sue tesi su famiglia e visione della donna invitando alla massima partecipazione al presidio di protesta. «Riguardo al vergognoso invito rivolto a Pillon dal sindaco di Civitanova e dalla cattolicissima assessora alle politiche sociali, desideriamo conoscere le motivazioni per le quali la così ligia componente cattolica rappresentata dalla Capponi non abbia detto una parola che condannasse le denigrazioni indecenti di Troiani nei confronti delle donne e finanche del Papa, ma si è premurata di promuovere con solerzia un incontro in città, finanziato con quali soldi è tutto da chiarire, con Pillon, l’esponente di spicco della Lega nella diffusione, anche tramite la sua proposta di legge, di idee che riportano la condizione femminile nel nostro Paese indietro a concezioni reazionarie di ultra ottocentesca e patriarcale memoria. Ci dica la Capponi, a questo punto, qual è il modello di famiglia che lei intende sostenere e difendere».

lista-obiettivo-civitanova-di-agostino-basile-capponi-civitanova-8-325x217

L’assessore Barbara Capponi

A firmare la protesta esponenti del Pd, delle liste civiche di opposizione e delle associazioni da cui l’Anpi: Vera Spanò, Mirella Franco, Giulio Silenzi, Lidia Iezzi, Francesco Micucci, Alessandro Vallesi, Gessica Schiavi, Galliano Micucci, Sara Giannini, Anpi Civitanova, Guido Frinconi, Michele Paolella, Tommaso Claudio Corvatta, Gruppo Social Donne Stelle, Rosetta Martellini, Marco Poeta, Giannetta Ascani, Rina Mobili, Yuri Rosati, Cristiana Cecchetti, Angelo Bufalini, Pier Paolo Rossi, Marina Bartolini, Stefano Massimiliano Ghio, Giorgio Mattiuzzo, Katia Buonarota, Angelo Gattafoni, Marinella Corallini, Rosy Polizzi, Caterina Pucci, Alessia Ribustini, Silvia Luciani, Moira Giusepponi, Mirella Paglialunga, Franco Vitali, Gianni Mercuri, Ubaldo Sagripanti, Sami Ejupi, Sergio Cognigni, Carla Datena, Maria Francesca Ascani, Alessia Marzoli, Paolo Rachiglia, Terenzio Pizzuti, Linda Ribichini, Romano Mandozzi, Sonia Quercetti, Alessandro Mazzaferro, Carla Ferretti, Alessio De Padova, Paola Formica, Ivo Costamagna, Francesco Mantella, Annita Pantanetti, Marsilio Marsili, Antonella Sargentini, Francesca Vallesi, Marinella Pierucci, Alice Broglia, Gianfranco Andreucci, Sergio Andrenacci, Amedeo Regini, Francesco Cicchitelli, Laura Marzola, Maria Grazia Pierluca, Nicola Lelli, Graziano Gregori, Giorgio Morresi, Matteo Marchegiani.

(l. b.)

“Respingiamo Pillon”, mobilitazione da tutta la regione contro l’arrivo del senatore antiabortista

“La famiglia al centro”, Pillon arriva a Civitanova



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X