facebook twitter rss

Prof senza laurea,
«deve restituire 861mila euro»

POGGIO SAN VICINO – La procura della Corte dei conti ha ottenuto il sequestro conservativo, chiede indietro 26 anni di stipendi percepiti da Leonardo Mazzini, che avrebbe insegnato senza aver mai concluso gli studi in Ingegneria
sabato 9 Marzo 2019 - Ore 11:51 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
3K Condivisioni

 

Ventisei anni di stipendi da insegnante da restituire: questo chiede la procura della Corte dei conti delle Marche a Leonardo Mazzini, indagato perché avrebbe insegnato senza avere mai conseguito la laurea in Ingegneria edile all’università di Ancona. Un danno erariale che è stato conteggiato in 861mila euro dalla procura della Corte dei conti che ha ottenuto il sequestro conservativo. L’indagine su Mazzini, 69 anni, di Poggio San Vicino, in pensione dal 2017, è dei carabinieri della Compagnia di Osimo. Dagli accertamenti svolti il docente era in possesso di una copia autenticata della laurea in Ingegneria, ma non risultava avere mai terminato gli studi. Eppure dal 1984 era iscritto all’Ordine degli ingegneri. Prima di andare in pensione insegnava all’Itis Marconi di Jesi. La Corte dei conti chiede ora la restituzione degli stipendi percepiti dal 1991 (quando Mazzini era entrato in ruolo come docente) al 2017.

 

Corte dei Conti, danni erariali per 6 milioni di euro Nei guai professori e medici

Ingegnere (senza laurea) da 35 anni: indagato Effettuava perizie nelle zone terremotate



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X