Il sindaco Carancini ricorda Pambianchi:
«Entrai in politica grazie a lui»

MACERATA - Il messaggio del primo cittadino: «Nel 2008 le nostre strade si divisero, le nostre idee sulla politica della città erano diverse e progressivamente ci allontanammo. In una delle ultime occasioni in cui ci siamo casualmente incontrati, scherzava maledicendo il giorno in cui mi aveva voluto introdurre all’impegno politico. Io gli resterò grato»
- caricamento letture
pambianchi

Graziano Pambianchi, sullo sfondo la sua Macerata

 

Il sindaco di Macerata Romano Carancini ricorda attraverso un post su Facebook l’avvocato Graziano Pambianchi, scomparso ieri sera all’età di 76 anni (leggi l’articolo)«Devo a Graziano Pambianchi la spinta ostinata e decisiva per il mio impegno nella politica locale nel 2000. Così come è stato Graziano a costruire la mia nomina a capogruppo dei Democratici di Sinistra in Consiglio comunale nel 2000, nonostante avessi esperienza zero. Diceva che avrei potuto apportare un contributo innovativo in una fase storica nella quale la sinistra stava aggregando nuove forze superando definitivamente la storia del Pci, senza rinnegarla. Ricordo che il mio primo intervento in Consiglio comunale, nel 2000, all’insediamento della giunta Meschini, me lo scrisse lui. Poi nel 2008 le nostre strade si divisero, le nostre idee sulla politica della città erano diverse e progressivamente ci allontanammo, confrontandoci da fronti opposti, pur restando sempre un grande rispetto reciproco. Con quella autoironia che gli era propria, molti mesi fa, in una delle ultime occasioni in cui ci siamo casualmente incontrati, scherzava maledicendo il giorno in cui mi aveva voluto introdurre all’impegno politico. Con la scomparsa di Graziano Pambianchi la città perde un figura politica che ha segnato la storia di Macerata per 30 anni di cui credo debbano essere ricordate ed apprezzate, in particolare, l’onesta intellettuale e la schiettezza. Io gli sono grato perché aveva ragione nel convincermi che attraverso la politica ci si appassiona ancor di più alla vita e soprattutto si ha la soddisfazione di servire gli altri. Riposa in pace Graziano».

Graziano Pambianchi è stato il leader storico del Partito Repubblicano a Macerata, con il quale ha dato vita a diverse giunte insieme con la Dc, ricoprendo gli incarichi di assessore e vice sindaco; candidato alla Camera, non entrò per un pugno di voti. Allo scioglimento del Pri, aveva aderito al centrosinistra dove è sempre rimasto fino alle ultime elezioni comunali del 2015 quando appoggiò la candidata di centrodestra Deborah Pantana dopo essere entrato in netto contrasto con il sindaco uscente Romano Carancini. 

La camera ardente è allestita al Centro Funerario di Macerata in via dei Velini e sarà aperta oggi e domani dalle 8 alle 20. Domani alle 11 si terrà una cerimonia di commiato.

1carancinipambianchi-419x650

Addio a Graziano Pambianchi, esponente di spicco della politica maceratese

Graziano Pambianchi e il suo sorriso scettico ma mai rassegnato



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X