L’imprenditore Giardini a New York:
i segreti della manifattura italiana
al workshop del Fashion institute

CIVITANOVA - E' stato relatore all'università dove ha studiato anche lo stilista Michael Kors. «C'è grande fermento, ma la calzatura italiana è sempre un passo avanti»
- caricamento letture

2627d506-951d-49a6-85b6-9987d2290ded-650x488

f171097a-8392-4d40-be7c-980d340f7c14-325x244

 

Enrico Giardini esporta in America le ultime tecnologie nel settore pelle al Fashion institute of technologies. Trasferta statunitense per l’ex assessore al personale e all’innovazione tecnologica di Civitanova. Dismessi i panni da amministratore e indossati di nuovo quelli da imprenditore, Giardini è impegnato in questi giorni a New York dove è stato protagonista e relatore di un workshop di due giorni dedicato alle tecnologie relative alla pelle. Il Fashion Institute è l’università nella quale ha studiato, fra gli altri, anche lo stilista Michael Kors. Giardini, in qualità di titolare dell’azienda che porta il suo nome è stato contattato per “svelare” i segreti della manifattura italiana. «In questi giorni mi sono confrontato con 50 studenti e ho raccontato loro le ultime novità in materia di rifinitura e taglio netto delle pelli e tintura, nell’ottica di ecosostenibilità e massima qualità. I ragazzi sono stati tutti molto interessati. Qui c’è gran fermento, ma sulla lavorazione pelle e calzatura l’Italia è sempre un passo più avanti. Sono stato accolto benissimo, anche a Brooklyn dove ci sono moltissimi piccoli artigiani, studi, stilisti, ma non possono contare su un distretto e sull’indotto che c’è nella nostra zona in Italia».

 

7358631b-c138-4b3e-a4b3-a60e28d0d6cd-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X