facebook twitter rss

La difesa di Oseghale:
«Pamela è morta di overdose»

UNA PERIZIA del medico legale Mauro Bacci, incaricato dagli avvocati Matraxia e Gramenzi, contrasta la relazione dei consulenti della procura per la quale la 18enne romana è stata uccisa
venerdì 10 agosto 2018 - Ore 13:39 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Pamela Mastropietro

 

Non sarebbero state le coltellate ma un’overdose a procurare la morte di Pamela Mastropietro: ad affermarlo la difesa di Innocent Oseghale, forte della perizia del medico legale Mauro Bacci, professore dell’Università di Perugia, depositata ieri in tribunale a Macerata dagli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi. La relazione è in evidente contrasto con la ricostruzione fatta dai consulenti della procura, il medico legale Mariano Cingolani e il tossicologo Rino Froldi, secondo la quale fatali per la ragazza sarebbero state due coltellate al fegato. Ci sono dunque due perizie contrastanti. In particolare la relazione di Bacci contrasta quella della procura in due tratti fondamentali. la prima è relativa all’overdose. Secondo il consulente della difesa la quantità di droga assunta dalla ragazza, anche se non significativa, potrebbe provocare un’overdose in un soggetto in astinenza. C’è poi il contrasto sulla questione coltellate: secondo lui, le infiltrazioni ematiche riscontrate sono lievi mentre, se fossero state mortali, avrebbero dovuto essere molto più marcate. Sarebbero quindi riconducibili ai tagli fatti per sezionare il corpo.

Innocent Oseghale
fermato dai carabinieri davanti all’abitazione di via Spalato il 31 gennaio 2018

La perizia della difesa rafforza la versione data da Oseghale nell’ultimo interrogatorio nel carcere di Ascoli dove si trova. L’uomo ha affermato di avere fatto a pezzi la ragazza per liberarsi del cadavere ma ha negato di averla uccisa.
Viste le versioni contrastanti, i giudici potrebbero nominare un superperito. Sono previsti nuovi sopralluoghi nella mansarda di via Spalato per raccogliere ulteriori elementi utili a ricostruire l’accaduto.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X