Rapina il supermercato,
poi spara per non farsi prendere:
bloccato dai dipendenti

POTENZA PICENA - Il malvivente è un 35enne italiano che è stato arrestato dai carabinieri. Per riuscire a fuggire ha esploso due colpi, poi risultati essere di scacciacani
- caricamento letture
faf26dda-908f-4842-b862-96989c173cb4-650x366

Pistola, guanti, e indumenti per travisarsi che sono stati sequestrati al rapinatore

di Laura Boccanera

Rapina al Sì con te di Porto Potenza, i dipendenti bloccano il rapinatore e i carabinieri lo arrestano. L’uomo per fuggire ha sparato due colpi di pistola in aria. Panico ieri sera attorno alle 21 nelle vicinanze di via Mandela, dove un uomo col volto travisato è entrato all’interno del supermercato e ha minacciato la cassiera per farsi consegnare l’incasso del pomeriggio. L’uomo aveva addosso un cappello, occhiali, una calza sul volto e guanti alle mani dove stringeva anche una pistola tipo revolver poi risultata essere una scacciacani col tappo rosso eliminato. All’interno del supermercato anche alcuni clienti che hanno dato l’allarme al 112 una volta scappati all’esterno. Dentro intanto la cassiera ha urlato per far accorrere alcuni colleghi che, arrivati davanti al rapinatore, con grande sangue freddo hanno cercato di farlo desistere. Ma lui invece li ha minacciati con l’arma e intimato alla cassiera di consegnare i contanti presenti in cassa. Alla fine la donna ha consegnato banconote per 900 euro. L’uomo è scappato ed è qui che un dipendente, seguito da un collega, lo ha inseguito. Il rapinatore per tentare di sfuggire ha sparato due colpi in aria in due diversi episodi. I dipendenti del supermercato, seppur atterriti hanno continuato a stargli dietro. Nel giro di pochi minuti sul posto è arrivato anche il Nucleo radiomobile dei carabinieri che si trovava a Fontespina per il controllo della zona nord della città. Arrivati sul posto hanno trovato il rapinatore immobilizzato e lo hanno arrestato. Si tratta di un 35enne italiano già noto alle forze dell’ordine, L. A., con problemi di tossicodipendenza. Il bottino è stato sequestrato e riconsegnato al supermercato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X