Il Pd sull’ospedale unico:
“Persa occasione irripetibile,
Ciarapica non ha capito niente”

CIVITANOVA - La tesi dei democrat: occorreva opporsi alla proposta avanzata dal sindaco di Macerata di inserire un'unica proposta includendo anche il territorio di Camerino che comunque avrebbe mantenuto l'ospedale e considerare il baricentro escludendo quel bacino. Il risultato sarebbe stato Montecosaro dove l'Asur possedeva già un terreno 
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
23555275_10214482903007766_182138002_o-650x365

da sinistra Vera Spanò, Lidia Iezzi, Giulio Silenzi, Francesco Micucci, Guido Frinconi, Andrea Savorelli e Mirella Franco

23514986_10214482902767760_574944823_o-325x182

 

di Laura Boccanera

«Si è persa un’occasione unica, è una vittoria dell’entroterra, Ciarapica non c’ha capito nulla». Il Pd risponde ai manifesti di Forza Italia sull’ospedale unico con contestazioni nel merito e politiche. Questa mattina nella sede di via Mameli c’era gran parte del direttivo, il segretario Guido Frinconi, il capogruppo Pd Giulio Silenzi, Mirella Franco, Andrea Savorelli, il consigliere regionale Francesco Micucci, Lidia Iezzi e Vera Spanò. «Forza Italia mente e cerca di ributtare la palla di qua, ma la responsabilità è della conferenza dei sindaci e la maggior parte dei sindaci della provincia sono di centrodestra».

La tesi del Pd è chiara: occorreva opporsi alla proposta avanzata dal sindaco di Macerata Carancini di inserire un’unica proposta includendo anche il territorio di Camerino che comunque avrebbe mantenuto l’ospedale e considerare il baricentro escludendo quel bacino. Il risultato sarebbe stato Montecosaro dove l’Asur possedeva già un terreno. «La Regione ha delegato la scelta alla conferenza dei sindaci ed è avvenuto ovunque, tanto che Pesaro e Ascoli ancora non hanno trovato l’accordo – dice il consigliere regionale Francesco Micucci – se Forza Italia Civitanovese aveva dubbi doveva rappresentarli a Ciarapica che nell’ultima conferenza dei sindaci ha detto che era felice della scelta caduta sulla Pieve. C’è ancora un rapporto di fiducia tra Forza Italia e il sindaco?» – chiede Micucci – il centro-destra esprime la maggioranza dei voti, c’è Civitanova, Tolentino, Camerino, San Severino, Potenza Picena, Porto Recanati e quindi non sono insignificanti, ma siccome escono sconfitti  pensano di buttare la palla verso qualcun’altro. L’esultanza di Ciarapica poi non si spiega, la slide era chiara, l’ospedale di Civitanova perderà tutti i servizi e resterà il pronto soccorso».  E’ una gazzarra politica secondo il segretario Guido Frinconi: «Basta con gli slogan politici – dice in riferimento ai manifesti –  la politica è fatta di atti e Forza Italia non è credibile. Ciarapica esulta per la Pieve e allora o la conferenza di Forza Italia è un atto di sfiducia al sindaco o è incomprensibile». Secondo Mirella Franco Civitanova è l’unica che esce penalizzata dalla scelta: “volevano fare le barricate e ora esultano, facce di bronzo», mentre per Andrea Savorelli del direttivo del Pd la decisione è «una mancata presa d’atto dello sviluppo di Civitanova, prima città della provincia con un bacino aumentato per via degli sfollati». Le conclusioni affidate al capogruppo Giulio Silenzi: «Forza Italia fa una strumentalizzazione sulla localizzazione dell’ospedale unico che è previsto da una legge nazionale. Con il mantenimento dell’ospedale di Camerino – San Severino si apriva la possibilità per l’area di Montecosaro, di  proprietà dell’Asur, di essere la sede di un ospedale grande il triplo rispetto a quello di Civitanova e a soli 6 minuti di auto. Mantenere l’ospedale di Camerino doveva significare  togliere il territorio che gravita su Camerino dal calcolo per  l’individuazione baricentrica dell’ospedale unico. Togliendo il territorio montano l’algoritmo dava Montecosaro come zona baricentrica. Era la possibilità storica per tutta la provincia e per Civitanova di avere una struttura di alto livello e in tempi più brevi in quanto non occorrevano espropri e la zona era già servita da infrastrutture. L’ospedale unico  alla Pieve farà la fine di tutto ciò che a Macerata si annuncia e non si realizza mai.  Ciarapica  non aveva chiaro questo aspetto, non si è confrontato con nessuno, nemmeno con Forza Italia e ora fa proclami di festeggiamento. Carancini alla conferenza dei sindaci del 4 agosto presenta una proposta unica proponendo di includere tutto il territorio e anche Camerino e i sindaci accettano. Chiedono di aggiungere anche l’altra ipotesi, con e senza Camerino, Ciarapica e Acquaroli, ma non si oppongono quando passa la proposta con Camerino. Nella migliore delle ipotesi non ha capito nulla e ha avallato una scelta che non è equa. Si è persa un’occasione irripetibile».

Ospedale unico, Forza Italia: “Lasciare solo il pronto soccorso è un contentino”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X