Hotel House, ultimatum del sindaco:
“Lavori entro l’8 dicembre o sgombero”

PORTO RECANATI - Il primo cittadino ai residenti del palazzone multietnico: "Non potranno essere tollerati ritardi non giustificati. Gli interventi per la messa in sicurezza dovranno essere effettuati nel più breve tempo possibile"
- caricamento letture
hotel-house-1-400x321

L’Hotel House

 

di Emanuela Addario

Entro l’8 dicembre l’Hotel House dovrà essere messo in sicurezza, in caso scatterà lo sgombero. E’ l’ultimatum del sindaco di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo. “Non potranno essere tollerati ritardi non giustificati. I lavori dovranno essere effettuati nel più breve tempo possibile secondo il progetto presentato dalla Lu.to Service”, ha dichiarato il sindaco. Una questione estremamente delicata che sta animando il dibattito politico cittadino. In ballo ci sarebbero i 100mila euro che la Regione ha destinato per la riqualificazione dell’area Hotel House. “Quella somma non può assolutamente essere utilizzata per gli ascensori né per alcun altro intervento all’interno del condominio”, ha specificato Mozzicafreddo. Pertanto i residenti e i condomini dovranno sbrigarsi a mettere mani al portafogli e pagare le quote condominiali che serviranno per i lavori di messa in sicurezza dello stabile. In caso contrario rischiano di essere sbattuti fuori di casa.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =