Dieci Ironman in 246 ore,
l’impresa titanica di Alberto Cambio:
“Il terremoto non ci ferma”

SAN SEVERINO - L'atleta ha portato a termine in Svizzera una delle maratone sportive più dure del pianeta. 38 chilometri a nuoto, 1800 in bicicletta e 422 di corsa. Un esempio di forza e determinazione dedicato alla sua città e a tutte le popolazioni colpite dal sisma
- caricamento letture
alberto-cambio

Alberto Cambio all’arrivo con il tricolore

 

alberto-cambio-3-650x434

La maglietta dedicata a San Severino

 

di Marco Ribechi

Dieci volte Ironman per gridare che il terremoto non ferma San Severino e le Marche. E’ l’impresa titanica di Alberto Cambio, settempedano di 50 anni che in Svizzera è riuscito a portare a termine una delle maratone sportive più dure del pianeta, il Deca Ironman. Dieci Ironman, cioè 38 chilometri a nuoto, 1800 in bicicletta e 422 di corsa. Per avere un’idea più concreta è come andare a nuoto da Civitanova ad Ancona, prendere la bicicletta e arrivare in Bulgaria (a Plovdiv, un po’ più avanti di Sofia) passando per Venezia e la Croazia e poi correre fino ad Istanbul, chilometro più chilometro meno. Un percorso impensabile per qualsiasi essere umano che Cambio ha portato a termine in 246 ore, 10 minuti e 46 secondi. Poco più di 10 giorni. All’arrivo, esausto, ha mostrato una maglietta con la foto di Piazza del Popolo con la scritta: “Il terremoto non ci ferma, forza San Severino Marche”. Un omaggio alla sua città e a tutti i suoi concittadini che nell’ultimo anno hanno dovuto sopportare la paura e le difficoltà causate dal sisma. Un messaggio di sostegno e coraggio da chi non si è mai fermato, allenandosi duramente per mesi e preparare la gara della vita. Cambio non è nuovo a questo genere di imprese, lo scorso anno in Austria aveva abbassato il record nazionale del triplo Ironman (leggi l’articolo). Un atto di forza e determinazione, la stessa determinazione dimostrata dalle popolazioni colpite dal terremoto che si stanno rialzando con le proprie forze per ripartire. A loro dedica la sua vittoria personale inviando tramite lo sport un messaggio di speranza.

alberto-cambio2-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X