Ermanno Ruffini

Ermanno Ruffini


Utente dal
31/8/2017


Totale commenti
1

  • Dieci Ironman in 246 ore,
    l’impresa titanica di Alberto Cambio:
    “Il terremoto non ci ferma”

    1 - Set 4, 2017 - 8:32 Vai al commento »
    @Franco Pavoni da quello che hai sopra scritto si evince che di sport di edurance ne capisci ben poco, e ora le spiego. Coprire la distanza di 422 km ad un ritmo di 4’22” al km non fanno 100 ore, sarà il caso che si riguardi la matematica elementare, divisioni moltiplicazioni, quella roba li. Poi che l’uomo non è fatto di ferro lo sanno tutti mentre la DEFINIZIONE uomo di ferro (Ironman) che le piaccia o no la si acquisisce compiendo una determinata distanza del triathlon a prescindere l’età. Se tale definizione la ritiene inopportuna, inadatta in sostanza non le piace può provare a farla cambiare, basta solamente contattare la federazione Mondiale Ironman e acquisirla. Ho i miei dubbi che ci riesca tra l’altro Ironman è anche un marchio registrato, però non è detto. Il sig. Alberto Cambio si è solo voluto mettere alla prova senza nessuna VELLEITA’ di classifica o di record e completando onorevolmente l’intero percorso, nonostante sia stata la prima esperienza in questa distanza ha compiuto una grande impresa. Avendo la fortuna di conoscere Alberto le assicuro che non è uno sprovveduto e prima di affrontare questa prova ha chiesto e accettato consigli da tutte le persone competenti in ambito sportivo di endurance, medici, dietologi e fisioterapisti ma è altrettanto sicuro che non accetterebbe mai consigli da un incompetente, ignorante (colui che ignora a tal proposito) come lei. Dato che ha affermato di Alberto che è troppo avanti con l’età per cimentarsi in queste imprese le vorrei solamente ricordare che l’anno scorso e non dieci anni fa ho stabilito il record Italiano del triplo Ironman. In più se ha la capacità di andarsi ad analizzare le svariate classifiche di queste gare di endurance scoprirà che la maggior parte dei partecipanti sono compresi proprio nella fascia di età di Alberto. Vede è cosa saggia star zitti (scrivere) quando non si hanno le conoscenze, che parlare (scrivere) tanto per parlare e ancor di più avere il rispetto altrui, parola che per lei questa risulta incomprensibile.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy