Le stelle della lirica
sul palco dei Sibillini (foto)

PIEVE TORINA - Una maratona di musica e parole per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. Tra i protagonisti Gianni Forte, tornato a calcare la scena dopo 20 anni. Il sindaco Gentilucci: "Da queste note, di fianco all’asilo appena ricostruito, partiamo per la nostra rinascita"
- caricamento letture

compagnia-dei-folli

gentilucci-carancini-micheli

Da sinistra Alessandro Gentilucci, Romano Carancini e Francesco Micheli

 

Nella notte delle stelle cadenti sono state le star della lirica maceratese a illuminare il parco Rodari di Pieve Torina con l’iniziativa del Macerata opera festival “Lo Sferisterio per i Sibillini”. La serata di musica e parole dal tramonto a mezzanotte, coprodotta insieme all’orchestra filarmonica marchigiana, è stata presentata dal direttore artistico Francesco Micheli. Insieme a lui, sul palco, tutti gli artisti che si sono esibiti nella maratona musicale, a partire da Gianni Forte che è tornato a calcare un palco dopo 20 anni per leggere il monologo di Atena da “Darling. Ipotesi per un’Orestea” di ricci/forte.

Hanno portato il proprio contributo per il luogo simbolo del terremoto (Pieve Torina ha il 93% degli edifici inagibili) i solisti del Macerata Opera Festival. France Dariz (Turandot), Davinia Rodriguez (Liù in Turandot) e Antonello Palombi (Pinkerton in Madama Butterfly), accompagnati al pianoforte da Simone Savina,  i musicisti della Salvadei Brass e della Sineforma Ensemble, il quartetto F.A.T.A., le sorelle Barbero di Ornitophonica, i Trancletic e la Compagnia dei Folli. Significativi gli interventi di Gianluca Gentili e David Quintili che hanno presentato L’atlante di Kublai Kan, un lavoro ispirato a Le città invisibili di Italo Calvino. Prima della musica, i saluti di Romano Carancini e Alessandro Gentilucci, rispettivamente sindaci di Macerata e Pieve Torina. “Grazie per aver scelto la nostra comunità – ha affermato Gentilucci – e aver portato qui lo spettacolo. Da queste note, di fianco all’asilo appena ricostruito, partiamo per la nostra rinascita”. Allo spettacolo Lo Sferisterio per i Sibillini hanno partecipato anche l’associazione Coraggio Marche, impegnata nella valorizzazione dei produttori locali colpiti dal sisma, e lo chef Errico Recanati. Grande successo per la cena aperitivo che hanno preparato: le scorte sono finite dopo appena 4 ore. L’incasso dell’aperitivo viene interamente devoluto ai microproduttori che hanno fornito le materie prime cucinate poi da Recanati.

coraggio-marche

sineforma

sferisterioperisibillini_24-650x433

salvadeibrass

rodriguez

Davinia Rodriguez

recanati

Errico Recanati

quartetto-FATA

palombi

Antonello Palombi

ornitophonica

gentili-quintili

Gianluca Gentili e David Quintili

forte

Gianni Forte

dariz



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X