Rapina in villa, Giorgia Meloni:
“Stato di sinistra abbandona chi subisce”
Il sindaco chiede incontro al prefetto

LE REAZIONI - La solidarietà di esponenti di ogni appartenenza politica all'imprenditore Daniele Centioni. La leader nazionale di Fratelli d'Italia attacca il governo: "Andrebbero tutelate le vittime, non chi delinque". Corvatta su sollecitazione di Ghio ha sollecitato un confronto sulla sicurezza
- caricamento letture
rapina-villa-daniele-centioni-carabinieri-san-savino-civitanova-11-650x434

La villa di Centioni

post_meloni_centioni

Il post di Giorgia Meloni su facebook

 

 

di Laura Boccanera

Solidarietà da tutta la politica, senza distinzioni e senza colori per quanto accaduto all’imprenditore civitanovese Daniele Centioni, vittima di una sparatoria dopo un tentativo di furto finito male. Sia da destra che da sinistra sono piovute attestazioni di solidarietà e stima da parte di assessori, consiglieri comunali e candidati sindaco. Prese di posizione anche da parte della politica nazionale. La rapina violenta di cui è rimasto vittima Centioni infatti arriva in un periodo sensibile della politica sul tema della legittima difesa dopo il via libera della Camera al provvedimento che amplia i termini in cui è concesso rispondere al fuoco. Centioni era disarmato al momento del furto e durante l’aggressione, ma l’episodio ha catalizzato l’attenzione sul tema. Subito sui social del presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è comparso un post: «una banda di delinquenti entra nell’abitazione di un imprenditore italiano, gli spara e lo manda in ospedale con una ferita di proiettile alla nuca. La notizia tuttavia non compare praticamente da nessuna parte, probabilmente perché è la vittima ad aver avuto la peggio – twitta la Meloni – questa è l’Italia guidata dalla sinistra, chi subisce è abbandonato, chi delinque è tutelato. Solidarietà e vicinanza a Daniele Centioni, nella speranza che possa guarire presto. Mi auguro che i responsabili siano individuati e arrestati e che chi governa comprenda che, tra i carnefici e le vittime, uno Stato giusto difende le vittime».
Vicinanza anche dalla Lega Nord di Macerata che « esprime tutta la più sentita vicinanza all’imprenditore Daniele Centioni barbaramente colpito con armi da fuoco da ladri trovati in casa. Avendo avuto notizie certe sull’assenza di pericolo di vita, gli auspica una pronta ed integrale guarigione. Ma la domanda che è giusto porsi è “Si potrà mai guarire dalla sensazione di insicurezza che l’attuale governo  impone ai cittadini? Potrà lo storico componente della lista alleata “Civitanova Vince” non essere turbato ogni volta che rientra a casa sapendo che in caso di difesa ad “armi pari” potrebbe trovarsi inquisito dalla nostra magistratura? Sapendo che pur trovandosi in casa propria i suoi comportamenti possono essere soggetti a valutazione?»

viabilità-feste-in-collaborazione-con-cuore-adriatico-tommaso-corvatta-civitanova-FDM-4-325x217

Il sindaco Corvatta

Il sindaco di Civitanova Tommaso Corvatta, su sollecitazione del candidato Stefano Ghio ha chiamato il prefetto e richiesto un incontro urgente insieme ai candidati sindaci per parlare della sicurezza a Civitanova. L’input è appunto arrivato da Ghio: «su questo tema dobbiamo tutti stare uniti, occorre combattere la criminalità che è aumentata e che ha alzato l’asticella di violenza e crudeltà». «Un episodio vergognoso, aberrante e inaccettabile – ha detto il sindaco – ho richiesto un incontro col prefetto che ci verrà accordato nella prima data utile».

ghio-morresi-3-325x216

Stefano Ghio

«Piena e sentita solidarietà a Daniele Centioni al quale auguro una pronta guarigione. Contro i criminali non esistono divisioni» le parole del vicesindaco Giulio Silenzi. «Solidarietà a Daniele Centioni e un augurio di pronta guarigione» anche dal candidato 5 stelle Stefano Mei. A venire a conoscenza dell’accaduto già ieri sera il candidato del centrodestra e di Vince Civitanova Fabrizio Ciarapica «eravamo con Francesco (Centioni, fratello della vittima ndr) fino a pochi minuti prima. Ci ha richiamato mentre stava andando a Torrette. Non è questo il momento delle critiche o delle polemiche, ma solo quello della vicinanza, Daniele è come un fratello che si è sempre speso proprio sul tema della sicurezza. E’ questa la conferma che la sicurezza rappresenta una priorità non solo per Civitanova, ma per l’Italia intera».

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =