facebook twitter rss

Trota e Verdicchio
per rilanciare il territorio

SEFRO - Torna sabato e domenica l'appuntamento con il connubio enogastronomico inventato per Expo e diventato negli anni appuntamento per gli amanti delle due eccellenze del territorio montano. Due giorni di show cooking, talk show, concerti, degustazioni e visite guidate. Il sindaco Giancarlo Temperilli: "Orgogliosi di resistere con le nostre risorse"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
0 Condivisioni

L’assessore di Matelica Roberto Potentini, il sindaco di Sfero Giancarlo Temperilli, il presidente della Consulta di Unicam Andrea Spaterna, lo chef Bruno Spaccia e Francesca Serri di Tipicità

 

Il sindaco di Sefro Giancarlo Temperilli

 

di Claudio Ricci

(foto di Lucrezia Benfatto)

Trota e verdicchio insieme per rilanciare il territorio in nome della tipicità. Questa è la grande sfida che Sefro e Matelica lanciano nel momento più difficile della ripartenza dopo il terremoto. Si rinnova l’appuntamento con la “Trota e il verdicchio” che a Sefro sabato e domenica aprirà il Gran tour delle Marche di Tipicità. Una due giorni ricca di eventi e novità nata dal connubio della trota, simbolo cittadino essendo Sefro la capitale europea del pesce d’acqua dolce grazie alla presenza dell’azienda troticola Erede Rossi e i produttori del Verdicchio di Matelica che quest’anno celebrano il cinquantennale dall’attribuzione della doc. “Nato come idea per l’Expo tre anni fa lo abbiamo reso un evento per far conoscere e apprezzare le peculiarità di Sefro e del territorio – ha detto il sindaco Giancarlo Temperilli – Da 60 anni facciamo la sagra della trota ma per questa iniziativa la ricette sono state aggiornate grazie anche al contributo dell’istituto alberghiero di Cingoli e dell’Accademia italiana della Cucina. Siamo convinti e orgogliosi di poter vivere e resistere sul territorio con le nostre risorse. Abbiamo speso molto per dire che noi vogliamo continuare a rimanere nel territorio e a vivere la quotidianità. Lo spirito è quello di orgoglio e di chi ama la propria terra”.

Andrea Spaterna, presidente della Consulta di Unicam e lo chef Bruno Spaccia docente dell’istituto Alberghiero di Cingoli

Spalla scientifica della manifestazione è la Consulta permanente per lo sviluppo dell’università di Camerino. “Agricoltura e zootecnica sono sempre stati per noi obiettivi da perseguire – spiega il presidente Andrea Spaterna –  in questo abbiamo sempre dato supporto con i nostri ricercatori. Sono leve per rianimare anche a livello imprenditoriale il nostro territorio. Lo dicevamo 3 anni fa e oggi alla luce degli eventi che ci hanno colpito lo ribadiamo con fermezza. Ricostruire è fondamentale ma se non rilanciamo le opportunità occupazionali del territorio rischiamo di arrivare ad una pressoché totale ricostruzione senza avere però chi torna a vivere qui. Questo è il momento in cui preoccuparci di ricreare un tessuto socio-economico. Questa iniziativa va esattamente in quella direzione”. Da quest’anno anche l’Accademia italiana della cucina e il premio internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo sono partner dell’evento. Sarà il tema “la Trota sposa i primi”, il leitmotiv della due giorni eno-gastronomica. “Questo è uno degli eventi con cui celebriamo il cinquantennale della doc del Verdicchio – spiega l’assessore di Matelica Roberto Potentini – Non celebriamo il passato. ma vogliamo dare credibilità al futuro tramite una certificazione del passato. Questa iniziativa vuol essere dimostrazione scientifica del terroir che unisce il pesce di montagna abbinato al vino di montagna. In un luogo dove la natura consente al vino e alla trota di essere in un certo modo”.

Insalatina di filetti di trota con valeriana, gnocchi con trota salmonata e agrumi, trota in porchetta su crema di fave e finocchietto selvatico e dulcis in fundo polpette di trota e arancio servite su una glassa a base di Varnelli. Sono solo alcune delle ricette innovative proposte dall’Alberghiero di Cingoli che ha già istruito i ristoratori partecipanti sulla preparazione dei piatti. “Abbiamo cercato di allontanare lo sguardo dalle classiche visioni della trota – spiega lo che e docente Bruno Spaccia – Avremo la trota in modo particolare abbinata ai prodotti del territorio. Per noi è un’occasione unica, una lezione didattica per gli studenti e un modo per rivalutare quello che abbiamo a chilometro zero”. Gli chef scelti dall’Accademia Italiana della Cucina Ilenia Rossi, Davide Pazzaglia e Emanuele Senzacqua e Marco Vegliosi sfideranno in show cooking presentati il sabato da Gioacchino Bonsignore (che condurrà anche il talk “La trota sposa i primi, un territorio di numeri uno”) e la domenica dal giornalista e conduttore Paolo Notari. Poi visite nel bosco, concerti, ai musei della storia contadina, alle chiese e ai rifugi, pesca sportiva, passeggiate a cavallo o in asinello anche per i più piccoli. Tutte le informazioni sul sito del Comune.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X