Assalto all’ufficio postale,
tirano un pugno al direttore:
presi i due rapinatori

RECANATI - Due uomini a volto travisato sono entrati e si sono fatti consegnare mille euro. Fermati dopo un lungo inseguimento dai carabinieri. Si tratta di due campani, residenti a Civitanova. Trovata l'auto dei malviventi
- caricamento letture
rapina_ufficio_postale_recanati

L’ufficio postale di Castelnuovo

 

AGGIORNAMENTO  – Preso anche il secondo rapinatore. Sono un 39enne e un 49enne di origine campana, che risiedono a Civitanova. Avevano addosso i soldi della rapina. Il bottino è di 810 euro. Entrambi si trovano in carcere (LEGGI L’ARTICOLO).

di Emanuela Addario

Entrano nell’ufficio postale di Castelnuovo, a Recanati, colpiscono il direttore con un pugno e fuggono portando via mille euro. Due malviventi hanno agito così questa mattina alle 9, uno di loro, civitanovese, è stato catturato dai carabinieri dopo un inseguimento di 4 chilometri. Trovata anche l’auto che i due malviventi volevano usare per allontanarsi dopo aver fatto la rapina. 

rapina-recanati-21-2-2017-auto-1-650x488

I carabinieri dove è stata trovata l’auto

I malviventi hanno agito in un ufficio postale che si trova in una zona piuttosto defilata. Quando alle 9 sono entrati hanno trovato solo il direttore e nessun cliente. I malviventi, con il volto nascosto da un passamontagna, si sono avvicinati al direttore e lo hanno colpito con un pugno in testa. Poi si sono fatti consegnare i soldi che c’erano nella filiale. Armi non ne hanno mostrate. L’azione è stata notata da un passante che ha visto tutto attraverso le finestre dell’ufficio postale e ha chiamato i carabinieri. I militari del comando di Recanati sono immediatamente intervenuti sul posto. I malviventi nel frattempo si sono allontanati a piedi con mille euro che hanno preso dall’ufficio postale. Non hanno fatto in tempo però ad arrivare all’auto che dovevano usare per la rapina, una vecchia Fiat Uno, perché i carabinieri li hanno intercettati. I due rapinatori sono fuggiti in mezzo alle campagne e i carabinieri gli sono corsi dietro.

rapina-recanati-21-2-2017-650x493

L’auto usata dai rapinatori

Alle ricerche, oltre ai militari della Compagnia di Civitanova si sono aggiunti anche quelli del Nucleo radiomobile di Macerata. Uno dei due rapinatori dopo una fuga di 4 chilometri è stato raggiunto dai carabinieri. L’uomo, un civitanovese, già noto alle forze dell’ordine, è stato portato in caserma. Proseguono le ricerche del complice. I militari hanno ispezionato l’auto che doveva servire ai banditi per allontanarsi dopo il colpo. Era posteggiata in località Le Grazie ed era stata prestata ai rapinatori da un loro conoscente, ignaro dell’uso che intendessero farne.

(Servizio in aggiornamento)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X