Lube d’Italia, regina di Coppa

VOLLEY - Entusiasmante successo (3-1) contro Trento nella finalissima di Bologna. I biancorossi tornano a vincere un trofeo, il primo dal trasferimento a Civitanova. Il patron Fabio Giulianelli: "L’ultima vittoria è sempre la più bella, è una grande soddisfazione che ripaga i tanti sacrifici dell'azienda"
- caricamento letture

 

Lube-Trento-5-650x461

 

Lube-Trento-1-400x267

 

di Andrea Busiello

(foto servizio Maurizio Spalvieri/Lubevolley.it)

Trionfo Lube a Bologna. I biancorossi allenati da Blengini vincono la quinta Coppa Italia della propria storia. All’Unipol Arena Sokolov e compagni hanno superato 3 a 1 Trento nell’atto finale (25-21, 23-25, 25-15, 25-20) davanti ad oltre 8000 spettatori. In festa gli oltre 300 tifosi arrivati nel capoluogo emiliano dalle Marche per incitare i propri beniamini. Due set tiratissimi dall’inizio alla fine contro la formazione allenata da Lorenzetti prima di inserire la marcia giusta e vincere con merito il terzo e quarto set. Per la Lube si tratta del primo trofeo vinto dopo il trasferimento a Civitanova e di sicuro rappresenta una grande iniezione di fiducia verso il prosieguo della stagione, dove i biancorossi vorranno arrivare in fondo anche in campionato e in Champions League.

Lube-Trento-2-400x267LA CRONACA – Coach Blengini si affida alla stessa formazione della semifinale: Christenson-Sokolov, Juantorena-Kovar, Candellaro-Stankovic e Grebennikov libero. Dall’altra parte della rete Trento si schiera con Giannelli-Stokr, Lanza-Urnaut in banda, Solè e Van De Vorde al centro con Colaci libero. Il primo break dei biancorossi arriva con l’errore in attacco di Stokr: 10 a 8 e time out chiamato da Lorenzetti. Il colpo di Sokolov porta la Lube sul 23 a 20, poi ci pensa Stankovic a chiudere il set 25 a 21 con il suo primo tempo vincente. Grande equilibrio in avvio di secondo set: Solè a segno per il 12 a 11 in favore dei trentini. Si va avanti punto a punto fino alla fine del parziale: l’errore al servizio di Kovar chiude 25 a 23 per Trento. Kovar e Sokolov spingono nel terzo set e la Lube si porta sul 18 a 13. L’errore al servizio di Lanza chiude il parziale 25 a 15 e porta la Lube avanti 2 a 1. Stankovic firma il 15 a 11 nel quarto set. Gli uomini allenati da Blengini allungano sul 22 a 16 sotto i colpi dei soliti Sokolov e Juantorena. A chiudere il match l’ace realizzato da Candellaro. Per la Lube può partire la festa: trionfo meritato e quinta Coppa Italia nella bacheca dei biancorossi. A fine gara tutta la gioia del patron Fabio Giulianelli per aver conquistato l’ennesimo trofeo: “L’ultima vittoria è sempre la più bella – ha detto il numero uno biancorosso – Quest’anno abbiamo festeggiato il 50esimo anniversario dell’azienda e sono felice che a livello sportivo c’è stato subito questo successo: è una grande soddisfazione che ripaga i tanti sacrifici dell’azienda nel volley”.

Lube-6-650x433

 

Lube-Trento-7-267x400LE PAGELLE DI LUBE-TRENTO

SOKOLOV 7.5: Top scorer del match. E’ il faro offensivo di una grande Lube. Un po’ sottotono al servizio ma nel complesso una grande finale da protagonista.

CANDELLARO 7.5: Arrivato in sordina in estate si sta dimostrando di grandissima affidabilità. E’ lui a realizzare l’ace che ha regalato la coppa alla Lube.

PESARESI: s.v.

JUANTORENA 8: Mvp del match gioca una grandissima partita. Contro la sua ex squadra martella dall’inizio alla fine. Bravo anche in ricezione dove non si ricordano di lui sbavature.

STANKOVIC 8: Altra prova super del capitano. Tre muri e 88 per cento di positività in attacco.

KOVAR 7: Dimostra di valere il sestetto titolare di una corazzata come quella biancorossa. Troppi errori al servizio, per il resto bene in ricezione, un po’ meno in attacco.

CHRISTENSON 7.5: Vince la sfida sottorete con il collega Giannelli. Riesce a servire bene tutte le sue bocche da fuoco. Ottima l’intesa anche con i centrali.

GREBENNIKOV 8: 85 per cento di ricezione positiva: un dato che dimostra la grandissima classe del libero francese. Nessuna sbavatura, una garanzia anche in difesa.

CEBULJ: s.v.

Lube-Trento-8-650x433

 

 

Lube-Trento-6-400x267Il tabellino:

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 20, Candellaro 9, Pesaresi, Kaliberda n.e., Juantorena 15, Casadei n.e., Stankovic 11, Kovar 11, Christenson 3, Cester n.e., Grebennikov (L), Corvetta n.e., Cebulj. All. Blengini.

DIATEC TRENTINO: Nelli, Burgsthaler n.e., Antonov 2, Mazzone n.e., Blasi n.e., Chiappa n.e., Giannelli 6, Lanza 11, Solé 10, Van De Voorde 9, Colaci (L), Stokr 17, Urnaut 7, Mazzone. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Saltalippi (PG) – Goitre (MI).

PARZIALI: 25-21 (26’), 23-25 (33’), 25-15 (23’), 25-20 (29’).

NOTE: Spettatori 9000, incasso 136.200 Euro. Lube bs 16, ace 7, muri 8, ricezione 74% (43% prf), attacco 55%, errori 3. Diatec bs 21, ace 7, muri 10, ricezione 62% (35% prf), attacco 48%, errori 8.

Lube-Trento-3-1-650x433

Lube-Trento-4-650x433

 

Lube-2-2-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X