Corsa all’ospedale unico,
6 candidature in Regione

SANITA' - I sindaci della provincia si sono riuniti questo pomeriggio e hanno deciso di inviare a Palazzo Raffaello le proposte di Castelraimondo, arrivata il 27 ottobre ma resa nota solo successivamente, Macerata, San Severino, Montecosaro, Civitanova e Tolentino. Carancini, in veste di presidente della conferenza di Area vasta, ha sollecitato: "La struttura venga inserita nella programmazione"
- caricamento letture
Carancini_Maccioni_Foto-LB

Da sinistra Romano Carancini e Alessandro Maccioni

 

Corvatta-sindaco-civitanova_Foto-LB

Tommaso Corvatta

 

di Federica Nardi

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Una sfida a sei in provincia per l’ospedale unico e una sfida a tre in regione per arrivare prima ai finanziamenti. Prima di Ascoli e di Pesaro. Anche se ancora “l’ospedale non compare nella programmazione regionale”, ha detto il sindaco di Macerata Romano Carancini. In veste di presidente della conferenza di Area vasta, questo pomeriggio, Carancini ha dettato le priorità condivise anche dagli altri sindaci presenti. Le sei candidature sono quella di Castelraimondo, arrivata il 27 ottobre ma resa nota solo successivamente, Macerata, San Severino, Montecosaro, Civitanova e Tolentino. “Le mandiamo tutte in Regione – ha detto Carancini -. E chiediamo anche che il sisma che ci ha colpito sia un elemento di valutazione da portare al tavolo politico”. Tra le richieste allegate alle candidature, dice il presidente della conferenza, anche “che l’ospedale sia inserito nella programmazione regionale e che possa quindi essere considerato al paro degli altri ancora in corso di definizione: Pesaro-Fano e Ascoli-San Benedetto”.

MOntemarani-Morrovalle_Ubaldi-Porto-REcanati_Foto-LB

Stefano Montemarani (Morrovalle) e Rosalba Ubaldi

Si aggiunge la richiesta del sindaco di Civitanova Tommaso Corvatta, condivisa anche da Francesco Fiordomo (Recanati) e il vicesindaco di Porto Recanati Rosalba Ubaldi, e cioè che “le infrastrutture non pesino nella valutazione delle zone meno servite”. Tradotto: che non si escludano aree che anche se baricentriche non hanno una viabilità adeguata. “La Regione deve considerare il completamento della viabilità insieme alla realizzazione dell’ospedale”, ha detto Fiordomo, preoccupato soprattutto da un’eventuale isolamento, rispetto alla nuova struttura, della vallata del Potenza. “Bisogna capire se la Regione riesce a trovare una soluzione per il potenziamento della strada Regina tramite fondi europei e con un dialogo con il ministero delle Infrastrutture”, ha detto Fiordomo, che mette sul tavolo della discussione domande ancora senza risposta: “Ci sono i soldi per questo nuovo ospedale? Nel piano si parla di 12 milioni di euro di risparmi ma c’è un progetto nel dettaglio sull’organizzazione complessiva dell’Area vasta 3?”. L’emergenza neve e sisma porta il pensiero alle aree interne e alle difficoltà di raggiungere un’ospedale eventualmente lontano dalla montagna. Così come al rischio spopolamento con tantissime persone senza casa già dislocate sulla costa. Il vicesindaco di Camerino Roberto Lucarelli ha chiesto che “sia mantenuto un presidio di montagna, come ci eravamo detti nelle altre riunioni”. Non tutti sono concordi sul fatto che sia la Regione a prendere la decisione definitiva sull’area. Come il sindaco di Montefano Carlo Carnevali che addita la delega a Palazzo Raffaello come “un errore concettuale”. In ogni caso le candidature sono state ufficializzate, i criteri restano quelli della posizione baricentrica e della disponibilità dell’area, in attesa di una risposta dalla Regione che, in tempi ancora tutti da definire, tramite un software analizzerà le proposte e ne sceglierà una. Presente all’assemblea anche il direttore dell’Area vasta 3 Alessandro Maccioni che ha fatto il punto sugli investimenti sanitari del 2016 e del 2017.

 

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-4-650x433

Alcuni dei dirigenti Asur presenti

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-3-650x433

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-2-650x433

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-1-650x433

Rosa-Piermattei_Foto-LB

Il sindaco di San Severino Rosa Piermattei

 

Roberto-Lucarelli-vice-sindaco-Camerino_Foto-LB

Renzo-Marinelli-sindaco-Castelraimondo_Roberto-Lucarelli-vice-sindaco-Camerino_Foto-LB

Il sindaco di Castelraimondo Renzo Marinelli

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-5-650x433

pezzanesi_sindaco-tolentino_foto-LB

Il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi

Nelia-Calvigioni_Foto-LB

maccioni_foto-LB

Il direttore Alessandro Maccioni

Carlo-Carnevali-sindaco-Montefano_Foto-LB

Carancini_Foto-LB-1-650x434

Il sindaco di Macerata Romano Carancini

Andrea-Gentili-sindaco-monte-san-giusto_Foto-LB

Il sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili

sindaci-assemblea-ospedale-unico_Foto-LB-6-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =