“Parcheggio sotterraneo all’ex ente fiera”

CIVITANOVA - E' la proposta del sindaco Corvatta dopo la definitiva acquisizione del padiglione di cui la Regione era co-proprietaria. L'appello di Riccardo Ruggeri: "Manteniamo l'arco"
- caricamento letture
L'ex spazio espositivo

L’ex spazio espositivo

sindaco tommaso corvatta - civitanova (3)

 

di Laura Boccanera

«L’ex ente fiera è ufficialmente nostro, dopo averlo abbattuto lì potrebbe sorgere un parcheggio sotterraneo». Spunta l’ipotesi parcheggio per la riqualificazione dell’ex area fieristica. Ad annunciarlo è il sindaco Tommaso Claudio Corvatta che annuncia la fine dell’iter burocratico per l’acquisizione del padiglione che era proprietà della regione. Manca solo il versamento di 252mila euro alla Regione da parte del Comune dopo di che si potrà procedere all’abbattimento dei muri e, forse, alla conservazione dell’arco in cemento come auspicato da più parti. Sul destino di quella zona che si trova a metà fra il Lido Cluana e il mare le ipotesi sono aperte. E una la lancia proprio il primo cittadino ed è un’idea ambiziosa e anche piuttosto onerosa, quella di un parcheggio sotterraneo. «Da ieri Civitanova è padrona del destino di quel centro nevralgico della città – ha scritto Corvatta – il prossimo passo sarà l’abbattimento del vecchio edificio entro la fine del 2016. Tra le ipotesi che stiamo vagliando per sostituire il vecchio ente fiera, c’è il parcheggio sotterraneo che agevolerà il commercio e la vita del centro città, con in superficie un’area verde attrezzata a disposizione della cittadinanza. Per quel che riguarda l’opportunità di mantenere l’arco, stiamo valutando.

Riccardo Ruggeri

Riccardo Ruggeri

Sull’opportunità di mantenere l’arco, testimonianza ingegneristica di un manufatto della scuola Nervi, si sono alzate diverse voci. Una è quella di Riccardo Ruggeri, grafico, creativo e artista di Civitanova che proprio nei giorni scorsi ha scritto una lettera aperta chiedendo per quell’area un uso culturale. «Sarei addolorato al pensiero che venga cancellata una struttura architettonica così bella come l’arco della Ex Fiera, attuale e significativo esempio dell’architettura del ‘900 nonché simbolo di Civitanova risorta dalle macerie della guerra – afferma Ruggeri – che aspetta solo di essere liberato da tutti gli orpelli che lo opprimono, per spaziare in tutto il suo splendore tra cielo e mare, e per offrire alla città un’occasione di vero riscatto urbanistico. Forse per qualcuno sono parole grosse, ma la mia immaginazione, e credo quella di molte altre persone, mi fa intravedere uno scenario in cui un magnifico arco bianco, attraversando un’area di verde, crea un corridoio verso il mare, riavvicinandolo alla città e rafforzandone il legame, un tempo molto forte. Inutile dire quante occasioni culturali e di svago si possono inventare sotto di esso. Ma questa è solo una mia visione, credo ci siano progettisti la cui sensibilità e bravura possano rendere ancora più straordinario e affascinante un luogo pubblico dove tutti possano star bene e incontrarsi in un’oasi nel cuore della città, senza il frastuono del traffico».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X