Centro massaggi a luci rosse,
in due sotto accusa

TOLENTINO - Due cinesi sono imputati davanti al gup del tribunale di Macerata per sfruttamento della prostituzione. Oggi l'udienza è stata rinviata per l'impossibilità di rintracciarli

- caricamento letture

prostituzione 1

 

Prostituzione al centro massaggi cinese, due persone sotto accusa al tribunale di Macerata. Questa mattina l’udienza preliminare è stata rinviata per l’impossibilità di rintracciare gli imputati, i cinesi Shengshui Qiu, 39 anni, e Limin Ni, 38, accusati di sfruttamento della prostituzione. I fatti che vengono loro contestati risalgono al 2013 e 2014. Secondo l’accusa i due cinesi avrebbero sfruttato la prostituzione di alcune loro dipendenti impiegate al centro massaggi Asia in piazza Togliatti a Tolentino. In particolare l’accusa parla di due donne cinesi che avrebbero compiuto atti sessuali a pagamento con i clienti e il denaro veniva riscosso dai due imputati. A Qiu viene anche contestato di aver usato un nome falso per ottenere la regolarizzazione del centro massaggi, nella comunicazione inviata a Asur e comune di Tolentino. Sempre secondo l’accusa, avrebbe anche dato false generalità ai carabinieri che avevano effettuato un controllo nel centro massaggi, mostrando loro una patente falsa. Gli imputati sono difesi dall’avvocato Massimiliano Cingolani.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X