Parapiglia dopo il furto:
minaccia, inseguimento
e poi l’arresto

PORTO RECANATI - Un 41enne ha rubato 35 euro in un furgone, è stato rincorso dal titolare di un'impresa edile e da un operaio. Raggiunto ha tirato fuori un coltello
- caricamento letture
Foto d'archivio

Foto d’archivio

Vedono un ladro che ruba nel loro furgone, lo rincorrono e lui tira fuori un coltello. Arrestato per furto e rapina impropria un 41enne magrebino. Attimi concitati ieri pomeriggio attorno alle 19 a Porto Recanati dove il titolare e un operaio di una impresa edile hanno notato il marocchino girare attorno al loro furgone. L’uomo infatti aveva aperto la portiera e prelevato del denaro contante lasciato nello sportello, circa 35 euro. I due hanno cercato di rincorrerlo dividendosi per diversi chilometri e nel frattempo hanno contattato i carabinieri. Dopo un inseguimento sono riusciti a trovare l’uomo che nel frattempo aveva fatto perdere le sue tracce: stava cercando di rubare all’interno di un’auto parcheggiata. Il titolare dell’impresa edile e l’operaio lo hanno raggiunto, è allora che il marocchino senza fissa dimora, ha tirato fuori un coltellino e minacciato i due recanatesi. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri, in tempo per fermare l’uomo e arrestarlo. In tasca aveva ancora i soldi. Ai militari ha detto di essere marocchino, ma sarebbe noto già con diversi alias, almeno cinque. E’ stato arrestato per furto aggravato e rapina impropria.

(l.b.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X