Suole a prezzi stracciati
per committenti italiani
Scoperta maxi evasione

Operavano a Civitanova, Morrovalle, Corridonia e Monte San Giusto. A scoprirli la guardia di finanza impegnata in una attività volta a tutelare l'economia locale. Scoperti 3 evasori totali e 10 lavoratori in nero con 19 persone denunciate. Recuperati 21 milioni di euro in qualità di tasse non versate
- caricamento letture
Foto d'archivio

Foto d’archivio

 

Prezzi più bassi perché evadevano il fisco. Così la guardia di finanza del Nucleo di polizia tributaria di Macerata ha scoperto un mercato di concorrenza sleale che operava nel settore delle calzature (vendita di pellami e cuoio), danneggiando attività regolari. Un mercato gestito da pakistani che operavano a Civitanova, Morrovalle, Corridonia e Monte San Giusto. L’operazione, chiamata “Jhelum”, ha visto impegnati per diversi mesi i reparti del comando provinciale per contrastare la penetrazione illecita di aziende straniere nel tessuto economico locale. Dopo il fenomeno delle aziende cinesi, rivolto soprattutto all’abbigliamento, ora emerge un fenomeno pakistano che colpisce sempre il settore manufatturiero.

Andrea Magliozzi

Il colonnello Andrea Magliozzi (Foto Lucrezia Benfatto)

Aggirando il fisco e senza rispettare le normative in materia (anche per sicurezza dei materiali e qualità) attuavano prezzi più vantaggiosi ponendosi sul mercato in maniera più competitiva. A dare commissioni per la produzione di suole erano imprenditori italiani. I militari hanno controllato 22 attività a carico di aziende gestite da pakistani. Partite autonomamente dalla guardia di finanza le indagini hanno poi visto attivarsi anche la procura di Macerata. Sono state riscontrate violazioni dell’iva e recuperati 21 milioni di euro in qualità di tasse non versate. Scoperti 3 evasori totali  e 10 lavoratori in nero con 19 persone denunciate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X