Maceratese, la carica di D’Anna
“Con la Lupa Roma saremo agguerriti”

LEGA PRO - Il centrocampista, ai box per uno stiramento, non sarà in campo sabato nel match dell'Helvia Recina ma ha le idee chiare su come affrontare la sfida contro la formazione laziale. "Abbiamo voglia di riscatto e siamo intenzionati ad ottenerlo subito"
- caricamento letture
D'Anna_Foto LB (2)

Il centrocampista Emanuele D’Anna

di Sara Santacchi

E’ un piccolo stiramento che ha costretto il centrocampista della Maceratese Emanuele D’Anna a dare forfait nella sfida contro il Santarcangelo e che lo obbligherà a saltare anche la partita di sabato alle 15 all’Helvia Recina contro la Lupa Roma, prima giornata del girone di ritorno. Il giocatore si sta sottoponendo alle terapie e l’ecografia di oggi chiarirà i tempi di recupero per quello che si è dimostrato uno degli elementi imprescindibili per i biancorossi. Nato a Baiano (in provincia di Avellino), classe 1982, D’Anna può vantare un curriculum tutto tra i Pro con esperienze anche in serie A, al Chievo, e in serie B al Pisa.

D’Anna qual è il suo bilancio personale, al giro di boa?

“Sono abituato a fare i bilanci a fine campionato. Diciamo che io vedo sempre il bicchiere mezzo vuoto, con la convinzione che si può sempre migliorare, quindi questo vale per la Maceratese, perché possiamo fare meglio rispetto a quanto fatto nel girone di andata, così come per me stesso. A livello personale qualche gol in più ad esempio non farebbe male, anche se mi piace anche farli fare: quello che conta alla fine è il risultato, non importa chi segna”.

Nel suo curriculum può vantare anche d’aver giocato in serie A, al Chievo, nella stagione 2008/2009, dove ha totalizzato 9 presenze. Che ricordi ha di quell’esperienza?

“La serie A è tutto un altro mondo e il salto l’ho notato ancora di più perché venivo dalla B. E’ un palcoscenico a parte che sono contento d’aver potuto vivere. Poi purtroppo qualche infortunio mi ha allontanato da esso, ma non ho rimpianti”.

Nel 2007, vincendo il campionato che valse la B, ha giocato nel Pisa, che proprio domenica ha superato in classifica la Maceratese. Lei che conosce quella piazza che impressione ha?

“Dispiace essere stati superati perché eravamo lì e sarebbe stato meglio difendere quella posizione. Pisa è una piazza a sé, particolare, completamente diversa da tutte le altre del girone. Mastica calcio quotidianamente e penso che nella gara che abbiamo giocato lì si sia visto di che realtà si tratta. Quanto a calore la paragonerei a una piazza del Sud, il pubblico è un trascinanatore importante. Ero sicuro che avrebbe approfittato del nostro passo falso. Questo però deve darci ancora più forza e determinazione per superarli nuovamente”.

Guardando alla gara di Santarcangelo che lei ha vissuto dal di fuori, cos’è mancato alla Maceratese?D'Anna_Foto LB

“Credo ci sia mancato solo il gol. Non era una partita semplice e tornavano in campo giocatori che mancavano da un po’ e avevano meno minuti delle gambe, un fattore non trascurabile”.

Delle squadre in cui ha giocato, di quale custodisce un ricordo migliore?

“Pisa senza ombra di dubbio. Lì mi sono sentito veramente importante e ho vissuto grandissime gioie. Di Arezzo, invece, ho quello meno bello per una serie di dinamiche che non mi hanno fatto vivere quella stagione serenamente”.

Ieri sono stati ufficializzati tre nuovi arrivi ben più di spessore rispetto all’obiettivo di una salvezza…

“Si, si tratta di giocatori importanti, sono ottimi ragazzi e credo che ci daranno una mano importante. Permetteranno al mister di avere anche una scelta più ampia quindi di raggiungere quanto prima la salvezza per poi iniziare ad avere altri obiettivi, magari. Al primo anno tra i professionisti è così e non si può pensare di fare passi troppo lunghi”.

Sabato alle 15 la Maceratese tornerà all’Helvia Recina, contro la Lupa Roma. Che Maceratese servirà?

“Agguerrita. Giocheremo una partita che non è scontata, come d’altronde abbiamo già visto, e nel girone di ritorno sarà sempre come scendere in campo per una finale. Noi abbiamo voglia di riscattarci e siamo intenzionati a farlo da subito”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X