Soldi delle multe,
l’opposizione interroga il sindaco

CAMERINO - I consiglieri di Comunità e territorio Fabio Trojani, Andrea Caprodossi e Marco Fanelli chiedono al primo cittadino se il 50 per cento degli introiti delle contravvenzioni venga effettivamente reivestito per la sicurezza stradale come previsto dalla legge
- caricamento letture
Fabio Trojani

Fabio Trojani, consigliere camerte di Comunità e territorio

di Monia Orazi

Che fine fanno i soldi delle multe incassati dal comune di Camerino? Si tratta di oltre 750 mila euro per il 2014. Il 50 per cento viene effettivamente reivestito per la sicurezza stradale, come previsto dalla legge? Lo chiedono in un’interrogazione rivolta al sindaco Gianluca Pasqui i consiglieri di Comunità e territorio Fabio Trojani, Andrea Caprodossi e Marco Fanelli. Ricordano che secondo la legge una parte delle entrate da multe hanno una destinazione vincolata “per finalità inerenti la sicurezza stradale ma anche quella di limitare il ricorso a questo tipo di fondi, per loro natura aleatori, per coprire il ricorso a spese correnti”. L’obiettivo dell’interrogazione è quello di sapere se la relazione con i fondi, vincolati per metà alla sicurezza stradale, è stata inviata come previsto al Ministero dell’Interno come prescritto dalla legge, ed inoltre le percentuali vincolate alle spese previste dalla legge, quali «effettivamente investiti sul territorio camerte, nell’aguamento, ammodernamento o manutenzione delle infrastrutture ed arredo stradale, nel potenziamento delle attività di controllo, nei corsi di educazione stradale, nella mobilità ciclistica, nella redazione dei piani urbani del traffico». Nel 2014 la polizia municipale ha accertato violazioni al codice della strada per un totale di 759 mila euro. Nel bilancio di previsione 2015 sono stati inseriti come previsione di incasso da multe per violazione al codice della strada 709 mila euro, che comprendono anche le spese di notifica stimate in circa 70 mila euro. La giunta ha destinato la somma vincolata di 319 mila euro a tutta una serie di servizi. La cifra più consistente, pari a 170 mila euro, sarà suddivisa in 88 mila euro per lo sgombero della neve, 72 mila euro per la manutenzione stradale, 10 mila euro per l’assunzione di personale a tempo determinato. Poco più di 100 mila euro serviranno per potenziare i servizi della polizia municipale, con 5 mila euro spesi per la taratura dell’autovelox, 3 mila euro per l’assistenza dell’impianto di videosorveglianza, 90 mila euro per le attività di controllo e accertamento delle violazioni stradali, 5 mila e 300 euro per l’incarico alla società Nivi Credit per il recupero delle somme di contravvenzioni al codice della strada da cittadini stranieri. La cifra restante, di 54 mila euro, servirà per il potenziamento ed il miglioramento della segnaletica stradale e per prestazioni di servizi generali del corpo di polizia municipale. Parte della somma servirà anche per lo svolgimento da parte degli agenti di polizia municipale, nelle scuole, di corsi didattici di educazione stradale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X