Ambrosini e Pero Nullo bomber
Civitanovese già in fuga

ECCELLENZA - Al Polisportivo i rossoblu battono 2 a 0 il Grottammare e si portano a +4 sulla seconda
- caricamento letture
Civitanovese-Grottammare (9)

La Civitanovese ringrazia i suoi tifosi dopo il successo

 

Civitanovese-Grottammare (8)

La formazione della Civitanovese

La Civitanovese supera il Grottammare all’inglese e, seppur a fatica, torna alla vittoria dopo il mezzo passo falso contro l’Atletico Gallo Colbordolo. Si riprende i due punti di vantaggio che il Fabriano Cerreto le aveva rosicchiato nell’ultimo turno e vola a più quattro sui cartai, prima delle inseguitrici. Ma oggi, soprattutto, la formazione di Schenardi ha dimostrato di avere due doti necessarie per una squadra che deve vincere il campionato. Il cinismo e lo spirito di sacrificio. La prima è una qualità che le permette di colpire sempre, di tramutare in gol ogni minima opportunità, sfruttando al meglio l’abbondanza e la qualità di un reparto offensivo da altri palcoscenici. Ambrosini su cross di Pero Nullo nel primo tempo e lo stesso fantasista ex Viterbese, imbeccato da Mosca all’alba della ripresa, colpiscono senza pietà, indirizzando la contesa sui binari rossoblu. La seconda virtù, lo spirito di sacrificio, è essenziale perchè permette ai locali di portare a casa il risultato anche in una giornata opaca, di fronte ad un avversario organizzato e che ha disputato la sua onestissima partita rendendosi più volte pericoloso.

Civitanovese-Grottammare (7)

Mazzoni para il rigore calciato da Veccia

C’è un altro ingrediente per descrivere la partita andata in scena al Polisportivo. Il fattore Mazzoni. Il portiere dimostra di essere uno dei punti di forza della squadra. Para tutto compreso un rigore che, all’ottavo del primo tempo, poteva dare un volto diverso alla partita. Neutralizza il tentativo di trasformazione di Veccia, si supera in altre tre circostanze e, come capitato in altre gare in questo inizio di stagione, salva i suoi dalla capitolazione tramutando in realtà il primo abbozzo di fuga di questo campionato. 

Il tabellino:

CIVITANOVESE (4-3-3): Mazzoni; Mosca, Diamanti (1’s.t. Lattarulo), Morbiducci, Cervellini; Carteri, Gadda, Cossu; Pero Nullo (39’s.t. Mangiola), Tozzi Borsoi, Ambrosini (21’s.t. Shiba). A disp.: Schiavoni, Morbidoni, Rapagnani, Gorini. All.: Schenardi.

GROTTAMMARE (4-3-3): Beni; Palandrani, Di Natale, Gibbs, Gentile; Gregori (10’s.t. Cameli), Filipponi, Veccia (32’s.t. Morlacco); Travaglini, Valentini, De Panicis. A disp.: Zappasodi, Avellino, Malavolta, Cappotti, Rosdati. All.: Vagnoni.

ARBITRO: Luca Zippilli di Ascoli Piceno (Bejko di Jesi – Alesi di Ascoli Piceno)

RETI: 12’p.t. Ambrosini, 9’s.t. Pero Nullo

NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti: Mazzoni, Diamanti, Gentile. Angoli 7-2. Recupero: 3 (0’+3′).

(foto di Ciro Lazzarini)

Civitanovese-Grottammare (5)

Ambrosini abbraccia mister Schenardi

Civitanovese-Grottammare (3)Civitanovese-Grottammare (6)

Civitanovese-Grottammare (2)

Civitanovese-Grottammare (4)

Il gol di Ambrosini

Il saluto fra i due mister

Il saluto fra i due mister



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X