Lo stendono con un pugno
poi lo rapinano
Colpo in casa di un libero professionista

RECANATI - In quattro, con il volto coperto, hanno fatto irruzione ieri sera attorno alle 22 nell'abitazione di Gabriele Menghini, 67 anni. Rubati gioielli e denaro per 15mila euro. L'uomo è stato minacciato con un cacciavite
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Gabriele Menghini

Gabriele Menghini

Rapina in casa di un libero professionista a Recanati. In quattro, con il volto coperto, hanno fatto irruzione ieri sera attorno alle 22 nell’abitazione di Gabriele Menghini, 67 anni, rappresentante di commercio noto nel mondo sportivo per essere stato presidente regionale dei giudici di gara e legato alla Federciclismo provinciale. Colpita l’abitazione in contrada San Francesco sulla bretella di via Paolina Leopardi. Qui Menghini è stato steso a terra con un pugno e poi rapinato. Sotto la minaccia di un cacciavite i ladri si sono fatti aprire la cassaforte portando via denaro e gioielli per un valore di 15mila euro. Tra i preziosi anche i ricordi della moglie, Brunella Formiconi, venuta a mancare pochi mesi fa. I rapinatori dopo il furto sono fuggiti. Per entrare hanno raggiunto una finestra, l’hanno forzata ma quando sono entrati in casa si sono trovati di fronte Menghini che abita con il figlio ma ieri sera era da solo. Il volto coperto da quello che sembrava un passamontagna i ladri hanno sferrato un pugno in faccia all’uomo che ha provato a reagire. Finito a terra lo hanno poi minacciato puntandogli un cacciavite. Volevano sapere dove era la cassaforte. Il 67enne ha raggiunto il punto dove teneva il forziere e lo ha aperto. All’interno c’erano gioielli e denaro in contante per un valore di circa 15mila euro. I ladri hanno preso tutto e sono fuggiti. Il proprietario ha dato l’allarme chiamando i carabinieri. Poi è andato al pronto soccorso per farsi medicare la ferita al volto provocata dal pugno. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Recanati. I militari stanno visionando i filmati del circuito di videosorveglianza della cittadina, presente in più punti, per vedere se ci sono immagini utili a rintracciare i quattro banditi svaniti nel nulla. Menghini ha riferito ai militari che i rapinatori potrebbero essere stranieri.

(Servizio aggiornato alle 17,30)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X