Il mondo balla allo Sferisterio
Nutrire il pianeta con il folk

MACERATA - Gruppi di Polonia, Kenya, Russia, Argentina e Italia sul palco dell'arena per una coinvolgente serata di cultura popolare con balli, canti e scambi di doni - FOTO/VIDEO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Clicca sull'immagine per guardare il video

Clicca sull’immagine per guardare il video

Festival Folklore_2015_Foto LB (3)di Claudio Ricci

(Foto di Lucrezia Benfatto)

GUARDA IL VIDEO

Li Pistacoppi portano l’Expo allo Sferisterio con il 22esimo festival internazionale del folclore. Polonia, Kenya, Russia Argentina e Italia si sono date appuntamento all’arena per “Nutrire il pianeta” con l’incontro di culture, danze e canti provenienti da ogni parte del mondo. Dall’alto delle Ande Argentine alle stermintate distese della Rift Valley del Kenya, dalle steppe del Caucaso alle rigogliose pianure polacche fino alle falde dell’Etna in Sicilia, le suggestioni  portate sul palco dell’anfiteatro maceratese hanno rapito il pubblico nella serata clou del festival che continuerà fino al 23 agosto. All’ensemble polacca di danze e canzoni folk “Łódź” il compito di aprire il gala internazionale del folclore organizzato dall’associazione culturale maceratese de “Li Pistacoppi” con il patrocinio del Comune e del Cioff (Consiglio internazionale delle organizzazioni folcloristiche).

«Il ballo che rappresenta costumi di diverse regioni della Polonia mostra l’amore per la vita e per gli altri», spiega il conduttore della serata Matteo Pasquali. Una viola, un violino e una fisarmonica accompagnano i sinuosi volteggi dei ballerini mitteleuropei che inscenano un’elegante corteggiamento d’altri tempi. L’algida quanto romantica atmosfera è sciolta dalla veemenza dei canti e dei balli degli ospiti della serata, i messinesi Mata e Grifone. E il fascino di quel Mediteranneo, a volte teatro di sciagure per chi cerca di superare “cancelli e non confini”, si dischiude mostrando la storia di tutte le culture che lo hanno nutrito e che tutt’oggi lo nutrono.

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (6)

 

Ruffini_Carancini_Folklore_Foto LB

Il sindaco Romano Carancini e la presidentessa del gruppo Folk “Li Pistacoppi” Manuela Ruffini

Nel viaggio intorno al mondo e attraverso il tempo si arriva ai primordi della musica, con i ritmi tribali di “Sound of Africa”. Pur ridotta all’osso per problemi, pare, nella concessione dei visti la compagine kenyota di 9 elementi domina l’enorme palco dell’Arena. E mentre le danzatrici inscenano un tributo al re del villaggio muovendo i fianchi a velocità impressionanti gli uomini, (suonatori e ballerini allo stesso tempo) si alternano agli strumenti coinvolgendo tutto il pubblico ormai preso dalla febbre delle percussioni primordiali. Il sindaco chiamato sul palco e inebriato dal momento esprime, incalzato dal presentatore il suo desiderio: «Mi piacerebbe che la città fosse pienamente consapevole di ciò che sta diventando, grazie all’operazione culturale che portiamo avanti». Quindi lo scambio dei doni. Da Messina il rappresentante dei Mata e Grifone omaggia la presidente de Li Pistacoppi Manuela Ruffini con il tipico fischietto siciliano ricevendo in cambio la “sgrasciola” maceratese.


Festival_Folklore_2015_Foto LB (2)Il cantante e ricercatore delle tradizioni marchigiane Roberto Raponi apre il secondo atto della serata introducendo con uno struggente canto d’amore i padroni di casa, principi del saltarello.
L’ingresso de Li Pistacoppi è dirompente. In un susseguirsi frenetico di scene festose, tra il lavorio dell’aia e la giostra della festa di San Giuliano, passando per il giorno del mercato, gli ambasciatori della “maceratesità” mostrano al mondo l’anima conviviale e allegra del marchigiano in festa, accompagnati sul palco dal fisarmonicista Enrico Sciapichetti. In platea applaudono estasiati, il figlio Angelo, assessore regionale all’Ambiente, la deputata Irene Manzi, il presidente della Provincia Antonio Pettinari.

 

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (2)Da qui in poi si va in rigorosa punta di piedi verso la perfezione stilistica del folclore. Dalla Russia, dove la tradizione non è un hobby ma una professione di Stato la scuola univeristaria “Ensemble National Balkarie” lascia tutti a bocca aperta con un’esibizione che ha quasi del sovrannaturale. Le acrobazie dei danzatori e i passi millesimati delle leggiadre ballerine offrono uno spettacolo di una suggestione unica. Non è da meno “La Compañia Argentina de Danzas Sentires” che in una sorta di musical ispirato dall’orgoglio della bandiera bianco-celeste porta in Arena in profumi, i colori e le movenze sensuali della terra del Fuoco. Dal Tango al tributo ad Evita Peron i cugini d’oltreoceano chiudono l’abbraccio delle culture del festival dedicando a tutto lo Sferisterio uno degli inni dell’italianità nel mondo, l’intramontabile “O Sole mio” cantata con maestria dal tenore Carlos Habiague. Il girotondo delle tradizioni si materializza magicamente sul finale con un grande serpentone composto dai membri di tutti i gruppi. La carovana attraversa l’arena per terminare sul palco e raccogliere l’ovazione del pubblico che ieri sera si è nutrito all’Expo dello Sferisterio con le tradizioni provenienti dai quattro angoli del pianeta.

GUARDA IL VIDEO

Festival_Folklore_2015_Foto LB (16)

Festival Folklore_2015_Foto LB (2)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (17)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (15)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (14)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (12)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (20)

Festival Folklore_2015_Foto LB (4)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (19)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (18) Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (17)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (11)

Festival Folklore_2015_Foto LB (6)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (16) Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (15)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (14)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (1)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (13)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (4)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (12)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (10)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (3)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (9)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (8)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (18)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (7)
Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (22)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (7)

Fesitval_Folklore_2015_Foto LB (21)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (11)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (10)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (9)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (8)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (6)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (13)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (5)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (4)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (1)

Festival_Folklore_2015_Foto LB (19)

Festival Folklore_2015_Foto LB (5)

Festival Folklore_2015_Foto LB (1)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X