Tolentino, sfuma la promozione diretta
Nei play off sfida contro il Vismara

ECCELLENZA - La Folgore impone il pari a reti bianche e conquista la serie D. Domenica prossima per i cremisi inizieranno gli spareggi
- caricamento letture
tole folgore

La disperazione di Luca Minopoli, capitano del Tolentino, al termine della gara

di Marco Cencioni

Fallisce il sorpasso all’ultima curva, la Folgore Falerone Montegranaro festeggia la promozione in serie D. Al Tolentino non è bastato il pubblico delle grandi occasioni, circa 2500 spettatori sugli spalti del “Della Vittoria”, per centrare quel successo che avrebbe regalato la gioia più grande ai tifosi crèmisi. Finisce a reti inviolate la partita della vita e, oltre il danno, arriva inesorabile anche la beffa. Il Monticelli batte l’Urbania nel finale e raggiunge in classifica gli uomini di Clementi che, per gli scontri diretti, chiudono al terzo posto. Affronteranno domenica, nella semifinale playoff, il Vismara quarto. Minopoli e compagni hanno dato tutto. E’ mancata solo la lucidità di saper sfruttare quelle poche occasioni che, in partite così equilibrate, decidono la contesa. Dovranno leccarsi le ferite, asciugarsi le lacrime e ricaricare le pile, soprattutto quelle che alimentano la mente, in vista degli spareggi. Il punteggio maturato nel big match, sia chiaro, è quello più giusto. Ma l’amaro in bocca non si inghiottirà tanto facilmente, perché gli sforzi profusi e la qualità del gioco offerto in tutto il campionato meritavano altra fortuna. Alla chiusura della stagione, quindi, mancano ancora i playoff. Qualunque esito avranno a Tolentino tutti possono essere fieri di sostenere un gruppo di calciatori così unito, una società seria e competente una squadra, insomma, che ha tanto cuore e merita ben altri palcoscenici.

La gradinata Pallorito, cuore del tifo crèmisi

La gradinata Pallorito, cuore del tifo crèmisi

La cronaca – Primo tempo bloccato. L’importanza della posta in palio si fa sentire e nessuna delle due squadre riesce a prendere l’iniziativa con continuità. Ne scaturisce un match, comunque, giocato con intensità, sprazzi di bel gioco alternati ad inevitabili momenti di stasi. La prima occasione è per i crèmisi al 16mo, pallonetto di Minopoli per Nardini che a sua volta imbecca Cinotti, il sinistro di prima intenzione dell’attaccante trova solo l’esterno della rete. Cinque minuti dopo intervento sospetto di Cento su Cinotti, riparte così la Folgore che con Trillini sciupa una buona opportunità con il sinistro, palla altissima sopra la traversa. L’unico episodio dubbio del primo tempo, arriva al 26mo. Angolo per la Folgore, Carnevali esce in presa, Bolzan lo carica volontariamente. Il portiere crèmisi reagisce con un calcetto, la terna non ravvisa irregolarità e non prende provvedimenti fra le proteste degli ospiti. L’ultima azione di rilievo della prima frazione arriva al minuto 33. Cinotti soffia il pallone ad Arcolai, poi con l’esterno serve un assist d’oro a Ripa che arriva in corsa ma non trova la porta. Nella ripresa il Tolentino si scopre ma non riesce però a trovare la giusta lucidità per rendersi davvero pericoloso. La Folgore cosi si arrocca e riparte quando può in transizione. Dopo due brividi per i tifosi crèmisi, con il neo entrato Pazzi prima e con Mandorlini poi incapaci di battere un attento Carnevali, è Cinotti ad avere sul destro la palla per cambiare la storia. Su assist di Nardini l’attaccante colpisce di prima intenzione, Chiodini in uscita ci mette la classica pezza. Il generoso forcing finale, con gli ospiti in dieci negli ultimi nove minuti per il rosso rifilato a Pazzi (gomitata a Nardini), non scalfisce la retroguardia gialloblu. I gialloblu festeggiano la promozione in serie D, il Tolentino dovrà ancora lottare per ottenerla.

Il tabellino:
TOLENTINO (4-3-1-2): Carnevali 6.5; Frinconi 6, Menchi 6, Focante 6, Ruggeri 6.5; Pagliari 6 (18’s.t. Gobbi 6), Minopoli 7, Mercuri 5.5 (11’s.t. Pandolfi 5.5); Nardini 7; Cinotti 6, Ripa 5.5 (34’s.t. Canuti s.v.). A disp.: Giachetta, Nicolosi, Morganti, Senigagliesi. All.: Clementi 6.
FOLGORE FALERONE MONTEGRANARO (4-2-3-1): Chiodini 7; Cento 6, Arcolai 7, Bolzan 7, Bordi 6.5; Campana 6, Boateng 5.5 (8’s.t. Pazzi 5); Mandorlini 5.5 (35’s.t. Gasparini s.v.), Trillini 6, Pelliccetti 6 (35’s.t. Ciko s.v.); Donzelli 6. A disp.: Ferretti, Palmarini, Tidiane, Muca. All.:Bolzan 7.
ARBITRO: Adalberto Fiero di Pistoia (Forconi di Ancona – Alesi di Ascoli Piceno)
NOTE: Spettatori 2500 circa. Ammoniti: Cento, Bolzan, Nardini. Espulso: al 42’s.t. Pazzi per fallo di reazione. Angoli: 2 – 6 . Recupero: 5’ (1’+4’).

tole folgore 4

tole folgore 6

tole folgore 7

tole folgore 8

tole folgore 9



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X