Investigazione sulla Collegiata
di San Ginesio

"Il patrimonio culturale delle Marche centro-meridionali dal Tardo Antico all’Alto Medioevo" è il titolo della conferenza di sabato 28 febbraio che presenta il progetto di ricerca su 12 siti, nel 2015 il monumento nazionale ginesino sotto la lente degli studiosi: una ipotesi lo indica come luogo di sepoltura di Pipino il Breve
- caricamento letture
La "Collegiata"

La “Collegiata”

Con una conferenza a San Ginesio sabato prossimo verrà presentato il progetto di studi e ricerche su  “Il patrimonio culturale delle Marche centro-meridionali dal Tardo Antico all’Alto Medioevo: studi e ricerche interdisciplinari attraverso l’analisi del paesaggio, dell’architettura e delle fonti storiche”. I soggetti coinvolti sono l’università di Camerino, la regione Marche e il comune di San Ginesio, l’obiettivo è la la valorizzazione di alcuni siti di riconosciuto interesse storico-culturale e paesaggistico presenti nelle Marche centro-meridionali e coinvolgerà in un’azione di partenariato attivo i Comuni, le Unioni Montane, la Camera di Commercio, le Fondazioni e altri Enti dei territori interessati.

templari san ginesioLa peculiarità ed il valore aggiunto del progetto stanno nell’approccio multidisciplinare della ricerca che per la prima volta tratterà nella sua totalità gli aspetti paesaggistico-geomorfologico-ambientali, geo-archeologici, storico-artistici, architettonici e antropologici dei territori interessati. Nell’arco di un triennio verranno investigati 12 siti, utilizzando metodi e tecniche proprie della geologia, dell’archeologia, della diagnostica dei materiali, dell’architettura e della ricerca storica. Uno dei tre siti che verranno studiati durante il 2015 è la Collegiata di San Ginesio.

templari san ginesio 2All’edificio è stato dedicato un libro, dall’appassionato storico ginesino Giovanni Cardarelli, Il mistero dei Templari a San Ginesio” (leggi), che apre ad ipotesi suggestive sulla sua origine. Tra queste anche che sia proprio San Ginesio il luogo di sepoltura di Pipino il Breve e di sua moglie Berta (leggi l’articolo). Chissà se da da queste ricerche potranno arrivare conferme o smentite al proposito.  Alla conferenza di presentazione, alle 17.30 di sabato 28 febbraio, nella Sala dei Sacconi del complesso monumentale dei Ss. Tommaso e Barnaba, parteciperanno il sindaco Mario Scagnetti, il prorettore vicario di Unicam  Claudio Pettinari, Daniele Salvi dell’assessorato alla cultura della Regione Marche e i docenti/esperti relatori, Gilberto Pambianchi, Marco Materazzi, Enzo Catani e Giovanni Scoccianti.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X