Elezione presidente della Repubblica,
Morgoni: “Miserrimi i fischi
dei 5Stelle a Napolitano”

I COMMENTI DEI GRANDI ELETTORI - Dura critica del senatore maceratese per l'atteggiamento dei grillini durante il voto dell'ex capo dello Stato. Primo scrutinio con schede bianche dopo l'indicazione di Renzi per Sergio Mattarella. Soddisfatti i grandi elettori marchigiani per l'accordo unanime nel Pd. Irene Manzi: "Dobbiamo dare prima possibile risposte di responsabilità e maturità". Bugaro spiazzato dal no di Berlusconi
- caricamento letture
Laura boldrini presiede l'assemblea

Laura Boldrini presiede l’assemblea

di Gabriele Censi

Secondo le previsioni nulla di fatto per l’elezione del presidente della Repubblica alla prima votazione che prevede la maggioranza qualificata dei due terzi. Il candidato unico del Pd Sergio Mattarella annunciato oggi da Matteo Renzi ha avuto l’approvazione unanime dei grandi elettori del partito ma l’indicazione era di votare scheda bianca fino al giorno decisivo del quarto scrutinio previsto per sabato mattina. La candidatura non ha avuto la condivisione di Berlusconi e Alfano e anche loro hanno dato indicazione di votare scheda bianca. I 5Stelle hanno scelto su internet il loro candidato su una rosa di 9 e hanno votato Ferdinando Imposimato che ha raccolto 120 preferenze, segue Vittorio Feltri votato da Lega e FdI con 49 preferenze, 37 a Luciana Castellina candidata di bandiera di Sel (che ha però annunciato l’assenso a Mattarella al quarto scrutinio), e 25 a Emma Bonino.

morgoni carrescia

Mario Morgoni con Pergiorgio Carrescia all’assemblea dei grandi elettori del Pd

Soddisfazione dei grandi elettori del Pd marchigiani per la scelta unanime di Sergio Mattarella. Mario Morgoni ha criticato i fischi dei 5 Stelle a Giorgio Napolitano: “Hanno dimostrato la miseria umana prima che politica di alcuni, indegni, rappresentanti delle istituzioni. Vedere quell’ uomo piegato dagli anni che ha servito lo Stato fino all’esaurimento di tutte le sue energie non poteva non suscitare tenerezza umana prima che rispetto politico. Evidentemente la barbarie è molto più vicina a noi di quanto non riusciamo a concepire. Che fine hanno fatto – continua il senatore –  tutti quelli che accusavano Renzi di complicità con Berlusconi oggi che Renzi ha fatto una proposta che Berlusconi ha respinto? Più andiamo avanti e più risulta chiaro che tra Renzi e Berlusconi non c’è nessuna affinità ne’ alcun patto segreto ma semplicemente un confronto tra diversi che in politica e’ una necessità . Non posso che constatare che finché è stato demonizzato (ma non combattuto politicamente) Berlusconi ha tenuto le redini del gioco, mentre oggi che è stato sfidato a prendersi le sue responsabilità è stato messo all’angolo”.

Mirco Ricci e Giacomo Bugaro

Mirco Ricci e Giacomo Bugaro

La imprevista rottura del patto del Nazareno con Berlusconi contrario alla candidatura Mattarella ha messo in imbarazzo altri due grandi elettori che si erano recati oggi a Roma insieme in auto, Giacomo Bugaro (Fi) e Mirco Ricci (Pd): ”Dobbiamo fare in fretta vista l’estrema necessità del Paese di avere alla presidenza della Repubblica una personalità garante della Costituzione, che sia rappresentativa di tutti gli italiani, in grado di interpretare i principi costituzionali e di agire con buon senso ed in maniera equilibrata”. Così si erano espressi  i due prima della diversa scelta dei loro leader.

Giovani democratici irene manzi

Irene Manzi con una rappresentanza dei Giovani Democratici

Soddisfazione per il voto dell’altra grande elettrice maceratese Irene Manzi che ha condiviso la prima giornata di elezione con una rappresentanza dei Giovani Democratici: La prima votazione è andata come previsto e secondo le indicazioni date dal gruppo parlamentare e votate questa mattina dall’assemblea dei grandi elettori. Il nostro obiettivo è riuscire ad eleggere il Presidente al quarto scrutinio  per dare il prima possibile al Paese risposte di responsabilità e maturità”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X