Spacca e Solazzi nel mirino dei terroristi neri
Il presidente del consiglio regionale:
“Spaventoso, viaggiamo senza scorta”

Il governatore e il presidente del consiglio regionale erano tra i 14 nomi di politici che i neofascisti di Avanguardia Ordinovista volevano colpire. Solazzi: " Mi ha fatto impressione anche perchè viaggiamo senza scorta e queste persone hanno armi a disposizione"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Operazione ''Aquila nera'' - Fermo-immagine da filmato ROSC’erano anche il governatore Gian Mario Spacca e il presidente del consiglio regionale Vittoriano Solazzi tra i 14 obiettivi dei terroristi neofascisti di ‘Avanguardia Ordinovista’ arrestati ieri nell’ambito dell’operazione del Ros che ha portato agli arresti disposti del gip dell’Aquila. «Non ho mai saputo nulla di queste minacce – il commento di Solazzi – Mi ha fatto impressione leggere il mio nome fra quelli di possibili bersagli terroristici: mi auguro che sia venuto fuori adesso, non prima. Anche perché noi viaggiamo senza scorta, né particolari protezioni o cautele nei nostri spostamenti». Nella lista nera sequestrata nell’abitazione di uno degli arrestati Luigi di Menno, Spacca figura come ‘governatore Marche’ insieme agli altri ‘governatore Abruzzo’, ‘governatore Molise’ mentre i presidenti dei consigli regionali di Abruzzo e Molise. «Possono essere dei mitomani – continua Solazzi – ma sono persone che vivono in questo territorio, hanno un disegno criminoso e armi a disposizione». Come si apprende dagli atti del procedimento i neofascisti si proponevano il compimento di atti di violenza (tramite attentati a Equitalia, magistrati e forze dell’ordine) al solo fine di destabilizzare l’ordine pubblico e la tranquillità dello Stato». Il piano degli indagati era basato su un doppio binario si apprende dall’inchiesta: «Da un lato atti destabilizzanti da compiersi su tutto il territorio nazionale e dall’altro un’ opera di capillare intromissione nei posti di potere, tramite regolari elezioni popolari con la presentazione di un loro “nuovo partito”».

(Cla.Ri.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X