Residenti contro il Donoma:
“Schiamazzi e rumore, non si vive più”

CIVITANOVA - Una delegazione del quartiere centro questa mattina dal sindaco per chiedere soluzioni contro le urla notturne. Corvatta: "Confronti continui con la proprietà, presto i provvedimenti"
- caricamento letture
Donoma

Donoma

di Laura Boccanera

Rumori, traffico e schiamazzi: sono esasperati i residenti del quartiere centro e in particolari coloro che abitano nel quadrilatero compreso fra via Mazzini, corso Garibaldi e le vie del borgo marinaro, via della rete e via del remo. La presenza della discoteca Donoma che richiama ogni week end (e il martedì sera per la serata latina) in città tantissimi avventori che provengono anche da fuori provincia sta diventando un problema serio, tanto che nel primo pomeriggio un gruppo di cittadini, insieme al presidente del comitato di quartiere Veronica Palestini, ha fatto visita al sindaco. I residenti lamentano di passare ormai ogni week end notti insonni a causa di ciò che avviene al di fuori del locale. I residenti raccontano che all’uscita, in piena notte i ragazzi della notte urlano, bestemmiano e danneggiano vasi e strutture. C’è chi ha telefonato anche ai carabinieri nel tentativo di far valere il proprio diritto al sonno, ma senza grossi risultati. I residenti specificano che non ce l’hanno con la proprietà del locale, ma altresì affermano che la convivenza è diventata difficile, tanto che alcune famiglie con bambini piccoli hanno preferito traslocare. Il sindaco nel pomeriggio ha ricevuto la delegazione di residenti: “In queste settimane mi sono confrontato in più occasioni con la proprietà del locale – sottolinea il primo cittadino – mi sono impegnato personalmente per sentire l’Enel e risolvere il problema del generatore di corrente, che a detta dei residenti produceva un consistente inquinamento acustico. I  gestori del Donoma hanno firmato con Enel un contratto che in tempi brevi consentirà l’attivazione di una centralina e di fare a meno del generatore, azzerando così quella fonte di rumore. Oltre a questo problema, mi risulta che la proprietà abbia provveduto all’utilizzo di ulteriore personale per l’esterno, al fine di disciplinare l’uscita dal locale. Per finire, è stato eliminato il problema dei venditori abusivi di panini e bibite fuori dalla discoteca. E’ chiaro che quando un locale muove masse così numerose di persone nelle ore notturne, non è semplice risolvere tutti i disagi nell’immediato. Ma da parte dei gestori ho trovato fattiva collaborazione affinché l’impatto nei confronti della cittadinanza venga minimizzato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X