R. Deidier, “Sono il finto tradito uccellatore”

da "Una stagione continua", peQuod, 2002
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
deidier

Roberto Deidier

 

Sono il finto tradito uccellatore
nascosto nell’albero cavo del sogno.
Pareti interne, sottili come muri
di periferia, educano al silenzio,
dispensano dall’ascoltare. Ma vibra,
vibra come la palpebra nel sonno,
questo mondo vissuto in sordina
che astrattamente ci contiene.

Qui, sul bordo della pescaia,
o dovunque nel saluto di una vita
che si lascia guardare,
indugiando risuona e resiste
al respiro di un tempo sempre uguale.

 

Roberto Deidier, da Una stagione continua, peQuod, 2002

DIRETTONOTTE-logo10-450x246



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X