Si è spento Carlo Alberto Nittoli
Un maceratese da record

MACERATA - Notissimo medico sportivo, aveva 85 anni, nel suo curriculum sette lauree e sette specializzazioni che lo avevano fatto entrare nel guinness dei primati. Aveva ottenuto onorificenze in tutto il mondo ed era al vaglio del Comune l'assegnazione della cittadinanza onoraria. I funerali venerdì 1 novembre alle 9.30 nella chiesa di San Giorgio
- caricamento letture

 

Il dottor Carlo Alberto Nittoli

Il dottor Carlo Alberto Nittoli

 

di Gianluca Ginella

E’ morto a 85 anni Carlo Alberto Nittoli, notissimo medico sportivo dal curriculum vitae infinito nel quale comparivano sette lauree che, insieme alle sette specializzazioni, lo avevano fatto entrare nel guinness dei primati. Nittoli, dopo una lunghissima ed intensa carriera, si è spento oggi pomeriggio, all’ospedale di Macerata, dove era ricoverato nel reparto di Geriatria. Personaggio conosciutissimo in città, Nittoli era stato uno dei fondatori del Cus di Macerata, era professore di educazione fisica, campione di scherma e conosciutissimo per la sua attività di medico sportivo. Nel corso della sua carriera aveva insegnato all’università di Ancona, in quella di Macerata ed era stato docente alla Scuola di specializzazione dell’Isef a Roma. Aveva inoltre ottenuto due lauree honoris causa: una in Fisiatria che gli è stata assegnata dall’università di Wellington, l’altra in Scienze motorie, conferitagli dall’università di Urbino. Nittoli era laureato in Medicina, in Scienze biologiche, in Scienze Naturali, in Veterinaria e aveva una laurea breve in Educazione fisica. Tantissimi i riconoscimenti ottenuti nel corso della sua carriera come la medaglia d’oro che gli è stata conferita dalle federazione dei medici sportivi italiani del Coni, come il premio mondiale Ercole D’oro, e come il premio di Marchigiano dell’anno. Era anche componente dell’Accademia internazionale delle Scienze naturali di Mosca e ambasciatore dei Cavalieri di Malta. Si era anche interessato di materie meno convenzionali: era diplomato in Kiroterapia e in Iridologia materia che aveva approfondito grazie alla conoscenza con Mario Pianesi, di cui era stato insegnante di ginnastica e a cui lo legava una grande amicizia. E proprio all’inizio di settembre Pianesi aveva chiesto al sindaco di Macerata, Romano Carancini, la disponibilità a conferirgli la cittadinanza onoraria visti anche i tanti onori che il medico aveva ricevuto in giro per il mondo. Il sindaco aveva dato la sua massima disponibilità e ora a Nittoli il Comune potrebbe decidere di assegnare una onorificenza postuma. Il medico maceratese, figlio di una maestra e di un maresciallo dei carabinieri, abitava in via Ettore Ricci, con la moglie Marianne Steinmeyer. La coppia aveva due figli: Sara e Rocco.

I funerali si terranno domani (venerdì 1 novembre) alle 9.30 nella chiesa di San Giorgio.

Il dottro Nittoli con il presidente del Cus Totò De Introna

Il dottro Nittoli con il presidente del Cus Totò De Introna. Entrambi tra i fondatori del Centro Sportivo Universitario

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X