L’Assemblea delle Marche dice sì al referendum sui tribunali

Votata a maggioranza la proposta che dovrà avere l'adesione di cinque regioni
- caricamento letture

consiglio regionaleIl Consiglio regionale ha approvato con 24 voti favorevoli, 4 contrari e un astenuto la proposta di deliberazione  per l’indizione del referendum abrogativo sulle norme di riordino delle sedi dei Tribunali che, nelle Marche, sta già determinando la chiusura ed il relativo trasferimento delle strutture che ospitano i Tribunali minori e periferici. Negli ultimi interventi prima della votazione (i consiglieri Franca Romagnoli, Massimo Binci e Adriano Cardogna) ed anche in quelli precedenti è emerso il rischio di giungere alla votazione di un provvedimento avente effetti comunque “tardivi e contraddittori”, poiché un eventuale referendum potrebbe essere indetto non prima di due anni (oltre al fatto che servirebbe la richiesta di cinque Consigli regionali presentata e depositata in Cassazione) quando il processo di riordino, soppressione e trasferimento potrebbe essersi già concluso. Contestualmente all’accoglimento della proposta, sono stati scelti i delegati regionali alla presentazione della richiesta di referendum nelle persone della vicepresidente Rosalba Ortenzi (delegato effettivo) e Francesco Massi (delegato supplente).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X