Il Grande fratello al semaforo

MATELICA - Per gli automobilisti si sono ridotti i tempi del giallo. Multe e proteste
- caricamento letture

semaforo matelica di Monia Orazi

Svolta “epocale” al semaforo lungo la statale a Matelica. Da circa una settimana è stato inserito un sistema di rilevazione fotografica per stanare i “furbetti” che passano col rosso, utile anche come rilevatore della velocità, in funzione autovelox. Il semaforo è posto lungo la provinciale 256 Muccese, strada principale di collegamento tra le province di Ancona e Macerata, ad elevatissimo transito. L’impianto semaforico regola l’incrocio tra la Muccese, il centro storico di Matelica in prossimità della chiesa di Santa Teresa e il popoloso quartiere intorno alla stazione di Matelica. In questi giorni non è sfuggito all’occhio di attenti automobilisti, che i tempi tra il rosso, il verde ed il giallo sono cambiati. La segnalazione della novità è prontamente scattata su Facebook, con alcune considerazioni da parte degli automobilisti, che mettono in guardia le tante persone che si trovano a transitare lungo la provinciale. “Il giallo è passato da una durata congrua a 3-4 secondi solo. Quindi bene il controllo di un punto così importante della viabilità, ma molto male il tentativo di prendere in contropiede i molti viaggiatori e pendolari che come me passano quattro volte al giorno”, scrive un automobilista sul popolare social network, “segnalo inoltre comportamenti anomali tipo il verde di solo qualche secondo, poi giallo e rosso di nuovo. Per piacere se qualcuno ne ha la possibilità contatti l’amministrazione o i vigili e ditegli di registrare meglio il semaforo nuovo (è stata sostituita l’apparecchiatura semaforica in generale), perchè prima o poi qualcuno si potrebbe far male con un semaforo che dà i numeri. In ogni caso state attenti!”. La denuncia dell’automobilista è confermata anche da altri che si sono trovati a passare da quelle parti. In particolare la durata del giallo è vista come troppo breve e potrebbe indurre gli automobilisti a passare attraverso l’incrocio, rischiando che scatti subito il rosso e ritrovarsi così con una multa salata. Un altro problema sorge quando si accumula una fila di auto, con il verde troppo breve i tempi di transito si allungano. Interpellati i vigili urbani hanno fatto sapere che la durata del giallo è rimasta invariata a 5 secondi, come nella situazione precedente, ma da parte degli automobilisti si chiede una revisione della taratura dell’impianto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X