Basket, la Vigor Matelica batte Pesaro e vola in finale play off

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Gatti

Gatti della Vigor Matelica

Un palazzetto stracolmo di tifosi è stato il teatro della partita più emozionante dell’anno. Da una parte la Vigor, la squadra favorita, regular season alla mano, dall’altra il Bramante Pesaro, che dopo aver messo sempre in forse il risultato in gara 1, aveva asfaltato i matelicesi a Pesaro. Da una parte una squadra con una rotazione ridotta al minimo, dall’altra un roster completo e in ottima forma. Da una parte una squadra che per la seconda volta rischia di veder sfumare una semifinale dopo una stagione piena di successi, dall’altra una squadra che ha l’esperienza e la serenità per fare il colpaccio. C’erano insomma tutti gli ingredienti per una grande partita. La Vigor scatta dai blocchi di partenza con la rapidità di un centometrista: Pecchia serve per Quercia che dà il via alle danze. Usberti aggiunge 4 punti e Quercia fissa il parziale sul 9-0: Pesaro non ci capisce nulla e Nicolini chiama time-out, ma Matelica insiste, fino ad arrivare al 14-0, con Gatti. Non può durare ed è Polveroni a fermare l’emorragia, con due triple inframezzate da un canestro di Terenzi. 14-8 e Pesaro torna a galla: Coicchio non ci pensa due volte a colpire da tre punti in transizione, ma ormai è iniziata un’altra partita, che sarà durissima: Lugli replica e poi capitan Nardini si iscrive alla partita: Sonaglia ha visto abbastanza e chiede time out. Ma l’inerzia è della Bramante, che non sbaglia più nulla, fa girare la palla in maniera deliziosa e trova canestri ad alta percentuale. Matelica poggia sulla grinta di Rosei, che si procura falli e liberi. Ma intanto c’è stato il sorpasso pesarese, grazie a Consani. Replica Porcarelli con un canestro a pazzesco quoziente di difficoltà, il suo unico, in quanto la sua partita sarà subito condizionata pesantemente dai falli. La Vigor prova la zona, che riesce (parzialmente) a tamponare l’attacco ospite. Una tripla di Gatti e un fallo procuratosi da Usberti consentono ai locali di andare negli spogliatoi sul 34-38 e la sensazione di aver comunque evitato il peggio. Le cose non cambiano nella seconda metà di gara. Pesaro concentra le attenzioni su Usberti e Quercia, che ne soffre e affretta qualche tiro. L’impressione è che, tra i matelicesi, stia salendo un pericoloso senso di frustrazione, che diventa vistoso nervosismo in seguito ad alcune chiamate arbitrali fuori luogo. La squadra sembra anche stanca, visto che la rotazione si è ormai ridotta a 6 elementi, di cui 3 saranno gravati di 4 falli per buona parte dell’ultimo quarto. Ma la Vigor, contrariamente a gara 2, non si lascia travolgere, sospinta da un pubblico incredibile, sicuramente già pronto per altre categorie! L’ultimo quarto è veramente il capolavoro di questo gruppo, che scaccia i fantasmi del passato, e va  ad aggiudicarsi partita e serie con intelligenza, freddezza e una voglia di vincere pazzesca.
Pecchia tiene la squadra in regia con il piglio del veterano, smazza assist degni di Magic e porta il pallone sempre sotto, dove Usberti e Rosei capitalizzano al meglio. Ma l’Halley non ce l’avrebbe mai fatta senza il miglior Gatti dell’anno, che segna canestri di un peso specifico incalcolabile. Ed è sempre lui a siglare il libero del 70-66, due possessi di vantaggio quando siamo ormai in dirittura d’arrivo. Ora è Pesaro a sentire il peso di ogni pallone, sbaglia tiri e soprattutto decisioni, mentre i rimbalzi in difesa sono ormai appannaggio quasi esclusivo dei matelicesi. Il pubblico mette le ali ai suoi giocatori, che non sbagliano i liberi decisivi. La sirena scatena un boato liberatorio: è finale!

Vigor Basket Matelica – Bramante Pesaro: 78 – 72
MATELICA: Porcarelli 2, Coicchio 3, Boni n.e., Bracchetti, Gatti 16, Quercia 15, Riccioni n.e., Agabiti Rosei 13, Pecchia 6, Usberti 23. All.re Sonaglia.
PESARO: Longoni 7, Nardini 12, Cordella n.e., Baseotto, Terenzi 11, Iannetti 7, Paci 18, Polveroni 10, Consani 4, Lugli 3. All.re Nicolini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X