Minaccia di dar fuoco al suo debitore
Bloccato dalla Polizia

CIVITANOVA - Denunciato un cittadino marocchino: vantava un credito di 600 euro per motivi di lavoro nei confronti di un italiano
- caricamento letture

Polizia

di Laura Boccanera

Minaccia di dar fuoco a un suo debitore e interviene la Polizia. Ieri sera attorno alle 20 la volante del Commissariato ha scongiurato che una lite per motivi economici degenerasse in qualcosa di più grave. A segnalare la presenza di un’accesa discussione la vittima della minaccia, un italiano di 37 anni che ha raccontato di temere ritorsioni da parte di un cittadino marocchino. Motivo della lite un credito vantato dal nordafricano. Gli operatori dopo aver perlustrato la zona hanno identificato in una strada vicina al luogo in cui era avvenuta la discussione (via Martiri di Belfiore) un uomo che corrispondeva alla descrizione. Avvicinato e bloccato dagli agenti, il marocchino non ha opposto resistenza e ha mostrato anche la bottiglia di plastica contenente della benzina diesel.

L’uomo ha confessato di voler intimorire l’avversario minacciando di dargli fuoco. L’italiano infatti era in debito per motivi di lavoro di una somma di denaro pari a 600 euro che non era ancora stata restituita. Il marocchino ha racconto agli agenti di aver lavorato come cameriere in un ristorante di Civitanova Marche e l’italiano avrebbe dovuto versargli quanto dovuto. La situazione si è poi aggravata perchè oltre al danno (economico) si è aggiunta la beffa: il datore di lavoro avrebbe convinto il cittadino marocchino, regolare sul territorio nazionale perché in possesso di permesso di soggiorno, a ritirare dei soldi da un Poste Pay consegnandolo munito di codice di sblocco pin. Solo dopo aver provato in diversi bancomat senza ottenere contanti il creditore si è accorto di essere stato anche truffato e che quella carta di credito non aveva liquidità. Per lui però è scattata una denuncia a piede libero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X