Promoter ritrovato dopo sei giorni

MATELICA - Arturo Santiangeli è stato ritrovato in stato confusionale nei boschi. Alcuni cittadini avevano segnalato la sua presenza in un supermercato
- caricamento letture

 

Arturo Santiangeli

Arturo Santiangeli

 

di Monia Orazi

E’ stato ritrovato nei boschi vicino Fonte Avellana, nel territorio del comune di Serra Sant’Abbondio, nella mattinata di oggi, Arturo Santiangeli, il promotore finanziario 59enne di Matelica che aveva fatto perdere le proprie tracce da mercoledì scorso (leggi l’articolo). Lo hanno scovato i carabinieri, riconoscendolo dopo sei giorni di “latitanza” nei boschi. E’ stato rintracciato non lontano dalla zona in cui da sabato pomeriggio si erano concentrate le ricerche, in una zona leggermente più in alto di quella battuta palmo a palmo, da una task force imponente di con circa una trentina di uomini del corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico, coordinati in tredici squadre di ricerca con vigili del fuoco, carabinieri, uomini del corpo forestale, volontari della protezione civile. Sulle sue tracce erano stati messi i cani, anche quelli molecolari del Cnsas specializzati nel trovare le tracce dei dispersi, oltre ad impiegare due elicotteri, per una spesa complessiva di alcune decine di migliaia di euro.

Nell’immediatezza del ritrovamento il Corpo Alpino ha diffusa la voce che l’uomo era stato trovato in un supermecato, mentre faceva la spesa. In realtà era solamente arrivata la segnalazione di alcuni cittadini che avevano supposto di aver visto Arturo Santiangeli in quel supermercato. Nel suo girovagare per i boschi e le impervie forre della zona del Monte della Strega, l’uomo ha mostrato la sua perfetta padronanza della natura, che gli deriva dai tanti anni di esperienza come appassionato di montagna, cacciatore di lungo corso, a cui di recente si era aggiunto l’impegno nella Protezione Civile di Matelica. Nelle ultime ore si era comunque avvicinato al centro abitato, ma grazie alla sua esperienza è riuscito a seminare anche le unità cinofile. Per la moglie e la figlia, giovane studentessa universitaria sono finalmente terminate le ore di angoscia da martedì della scorsa settimana, quando l’uomo aveva fatto l’ultima telefonata alla sua consorte. Anche il ritrovamento della sua Audi grigia nella zona di Isola Fossara, nel comune umbro di Scheggia e Pascelupo, aveva destato fortissime preoccupazioni. Ai carabinieri, l’uomo è apparso provato, ed ha detto di essersi voluto allontanare da tutto e da tutti. Per lui si era temuto il peggio, visto che la sua attività di promotore finanziario di recente aveva subito forti contraccolpi a causa della crisi. Ora tutto si è concluso per il meglio, saranno gli inquirenti a fare piena luce sui motivi che hanno spinto Santiangeli a questa fuga nella natura selvaggia. L’uomo è stato trovato in stato semi-confusionale ed è stato ricoverato questo pomeriggio nell’ospedale di Arcevia.

(Ultimo aggiornamento ore 18)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =