La Civitanovese crolla a Scoppito
e piomba in zona play out

SERIE D - I rossoblu perdono lo scontro diretto contro l'Amiternina e si fanno superare in classifica proprio dalla formazione abruzzese. Squadra priva di mordente, in questo modo la strada verso la salvezza si fa tutta in salita
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mattia Biso

Mattia Biso

di Laura Barbato

Lo scontro salvezza della tredicesima giornata di ritorno tra Amiternina e Civitanovese si conclude in favore della squadra di casa che grazie alla punizione di Petrone, alla mezz’ora del secondo tempo, si aggiudica i tre punti, scavalcando così proprio la compagine di Cornacchini e si porta a quota 34. Giornata da dimenticare per i rossoblu, che scendono in campo con il lutto al braccio per la tragedia che ha colpito la città marchigiana venerdì scorso, che ora più che mai sono in piena zona play-out. Nella gara andata in scena nell’impianto di Scoppito a porte chiuse per disposizione del sindaco, dato che l’impianto è sprovvisto del regolare certificato della commissione competente, l’eroe di giornata è Petrone che grazie a una sua punizione e alla complicità di Tubaro, sblocca una gara avara di emozioni, che sembrava destinata a chiudersi a reti inviolate. L’unica azione degna di nota del primo tempo arriva al 44’ con la punizione dai trenta metri di Biso, sulla quale Digno manca di poco la porta; un minuto dopo Galli ci prova di testa con la sfera che termina sopra la traversa. Nei primi minuti della ripresa Perfetti si rende pericoloso con un tiro da fuori al volo, che si conclude con un nulla di fatto. Al 6’ la conclusione di Gadda, su assist di Galli, viene respinta da Spacca che si rifugia in angolo. Al 23’ ottima punizione di Biso, con Ekani che manca l’aggancio. Alla mezz’ora la punizione dai trenta metri di Punzone porta in vantaggio la squadra abruzzese, grazie alla complicità di Tubaro che scivola e manca la parata. Civitanovese che ancora una volta paga a caro prezzo un errore del reparto arretrato e a nulla servono gli ingressi in campo di Monti e Ridolfi, ormai all’Amiternina non resta che amministrare il vantaggio e godersi questo sorpasso in classifica. Rossoblu che a quattro giornate dal termine si ritrovano al quintultimo posto in classifica a pari punti con l’Isernia e domenica prossima, al Polisportivo, andrà in scena proprio il match contro la squadra molisana.

il tabellino:
Amiternina: Spacca; Lenart D.; Valente; Moauro; Varchetta; Loreti; Perfetti; Petrone ( 40’st. Marongiu); Pedalino; Gizzi; Costantino (14’st. Lenart L.). All. Angelone ( in panchina Nappo). A disposizione: Raso; Di Francia; Federici; Marongiu; Picoli; Bocchino; Lenart L.

Civitanovese: Tubaro; Botticini; Ekani; Gadda ( 34’st. Monti); Sensi (39’st. Ridolfi); Torta; Moretti; Digno ( 11’st. La Vista); Covelli; Biso; Galli. All. Cornacchini. A disposizione: Perozzi; Monti; Balzamo; Bubalo; Ridolfi; Nardone; La Vista.

Arbitro: Luciano di L.Terme

Rete: 30’st. Petrone

Note: ammoniti: 43’pt. Gizzi; 18’st. La Vista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X