Cavaliere fa sorridere la Recanatese
Il Marino è ko, la salvezza non è un’utopia

SERIE D - Al Tubaldi è decisivo il penalty trasformato dall'attaccante leopardiano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cavaliere

L’attaccante della Recanatese Cavaliere

di Oreste Cecchini

La Recanatese si aggiudica uno scontro diretto di capitale importanza alimentando speranze che solo pochi turni addietro sembravano fortemente compromesse. La vittoria “obbligatoria” contro il Città di Marino è arrivata di misura stringendo i denti con sofferenza e abnegazione. La compagine leopardiana ha fatto quadrato per portare a termine il risultato deciso da un calcio di rigore decretato al 19′ dall’arbitro Zuliani per atterramento ai danni di Jacoponi. La trasformazione affidata a Cavaliere che ha spiazzato l’estremo laziale  con bravura e freddezza. Peccato che poco dopo ha dovuto lasciare il campo per il riacutizzarsi di un guaio muscolare. Per la cronaca già al  3′ locali vicini al bersaglio con un tiro piazzato di Jacoponi sul quale il portiere si supera deviando in angolo. La risposta dei laziali non si fa attendere al 10′ Laghigna impegna seriamente Paniccià, e poco dopo gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Jimenez. Il baby Palmieri molto attivo e sgusciante viene fermato in corner. Ma l’opportunità più ghiotta capita sui piedi di Langhigna la cui conclusione incoccia l’incrocio dei pali.  Nella ripresa già nelle battute iniziali la Recanatese si mangia una favorevole occasione, sulla sinistra è bravo Jacoponi a liberare  Palmieri che purtroppo davanti al portiere tenta la botta al volo mancando lo specchio. La contesa rimane così sui binari dell’incertezza fino al triplice fischio finale. Al 22′ Jacoponi (ottima la sua prova) saggia i riflessi del portiere, che al 28′ vola a deviare una girata aerea di Rossi che avrebbe meritato miglior sorte. Nonostante l’uomo in meno il Città di Marino non si perde d’animo per Paniccià il lavoro nei minuti finali non manca di certo, al  35′ Laghigna sciupa di testa. Al  41′ Sigleton costringe Paniccià in corner, mentre al  46′ Caramelletti dalla distanza fa volare l’estremo locale che blocca in bella presa .Il finale vede persino il portiere Opara spingersi nell’area dei locali che comunque si difendono con ordine incamerando tre punti di vitale importanza. Il futuro è ancora arduo per Omiccioli e i suoi ma almeno in queste ultime partite stanno dando l’impressione di potersela giocare con tutti lasciando viva la speranza di salvezza.

Il tabellino

Recanatese: Paniccià-Di Marino-Bruciapaglia-Ristè-Commitante-Patrizi-Palmieri-Marchetti (82′ Moriconi)-Cavaliere(26′ Rossi)-Jacoponi(83′ Garcia)-Latini. All. Omiccioli.  A disposizione: Catinari-Bartomeoli -Rachini-Agostinelli.

Città Di Marino: Opara-Ciaramelletti-Esposito-Congiu-Scarlato-Langella-Jimenez-Noviello(83′ Saccavino)-Pignolosa-Casimirri(67′ Singleton)-Laghigna(90′ Arcobelli). All. Mariani. A disposizione: Cimmino-Terraciano-Tomassoni-Capuzzimati.

Arbitro Zuliani (Vicenza)

Reti: 19′ Cavaliere (rigore)

Note:  recuperi 2+4, corners 6-5, ammoniti Jimenez-Congiu-Laghigna-Arcobelli espulso per somma di ammonizioni al 32′ Jimenez



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X