Antonio De Introna promuove il Cus
“Siamo quasi al pareggio di bilancio”

MACERATA - Il presidente del centro universitario sportivo ricorda il momento critico di due anni fa, quando era alle porte il commissariamento. Giudizio negativo sull'impiantistica sportiva in città
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

petrignaniCome consuetudine in questo periodo dell’anno, il presidente del Cus Macerata Antonio de Introna ha illustrato ai rappresentanti del neo costituito Comitato dello Sport universitario la relazione sull’attività 2012-2013.
“La prima considerazione è sicuramente positiva e ottimistica –scrive De Introna- in quanto la nostra situazione debitoria, estremamente critica sino a due anni fa e che costringeva a parlare addirittura di commissariamento, è andata migliorando progressivamente tanto da farci prevedere in tempi brevi un sostanziale pareggio di bilancio. A condizione ovviamente che rimangano in vita sia la Legge 394/77 sia gli accordi specifici a questa collegati e che riguardano i rapporti con il Ministero della Pubblica Istruzione, con l’Università e con il Cus tutti partners indispensabili per la nostra attività istituzionale.
Tengo a precisare che l’essere riusciti comunque ad economizzare sulle varie voci di spesa non ha comportato né una limitazione nei servizi socio-ricreativi resi agli studenti-utenti, né una dequalificazione dei risultati tecnici ottenuti in campo agonistico. Sintomatica in proposito la partecipazione ai Campionati Nazionali Universitari di Messina: per risparmiare, infatti, abbiamo selezionato ed inviato in Sicilia solo 2 partecipanti alle gare individuali e siamo rientrati in sede con due medaglie d’oro rispettivamente nella scherma (fioretto maschile) e nell’atletica leggera (giavellotto maschile). Un risultato veramente incredibile che poteva essere ancora più gratificante se la squadra di calcio a 5, finalista con ottime possibilità di successo, non si fosse fermata ad un mediocre 5° posto.
I programmi per il 2012/2013 prevedono quindi la riconferma di tutte le affiliazioni già esistenti alle varie Federazioni del CONI e la partecipazione ai vari Campionati già disputati quest’ anno con le sole novità di una squadra Under 15 di calcio a 5 e la sostituzione del settore Karate con il Kung-fu Shaolin per gli sport da difesa.
Non posso invece fare a meno di commentare, con estremo disagio, l’ involuzione del discorso impiantistica sportiva. Saltata la realizzazione della desiderata “Cittadella dello Sport” abbiamo fatto di necessità virtù cercando di migliorare la nostra struttura di via Salvatore Valerio. Lavori eseguiti sicuramente al meglio ma incompiuti specialmente per quanto riguarda la voce sicurezza. Confidiamo nella sollecita attuazione delle migliorie richieste che riteniamo indispensabili per una buona gestione dell’impiantistica esistente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X